La rete è strana….

16115-007…e i Gruppi di addetti ai lavori pure. Forse non hanno tempo per leggere (ma si usa ancora?) forse non hanno voglia di approfondire. Forse non interessa loro andare oltre…

sinistraMa il compito di chi guarda, vede e poi scrive è proprio quello di aiutare chi legge ad andare oltre le righe. Ora, notizie come quella di Zoomlion che rinuncia a Terex, dello stabilimento Case di san Mauro che guadagna la certificazione bronzo del WCM, di Scania che sperimenta i veicoli a guida autonoma anche per il cantiere, passano quasi inosservate (anche sul web) tra chi invece dovrebbe avere fame (per il lavoro che svolge), di informazione, tecnica e di mercato, aggiornata e di qualità.

La domanda, forse irriverente ma che sgorga spontanea, è:  ma queste persone dove vivono? Che idea hanno del futuro del settore? Si accontentano di video, foto gallery, spezzoni di informazione o vogliono sapere prima degli altri? Conoscere elementi utili per accrescere il proprio vantaggio competitivo? Come operatori, come imprenditori, come responsabili del parco macchine, come noleggiatori e distributori…..?

Francamente non saprei, e non vedo da noi segni di cambiamento nonostante il passaggio generazionale in atto che pure dovrebbe svegliare un po’ le menti.

peer-web-3Una cosa che mi ha colpito molto durante l’ultimo Bauma è stata vedere schiere di ragazzini delle scuole tedesche (quindi la nuova generazione) che agli stand, oltre naturalmente a guardare le meraviglie tecnologiche esposte e a farsi fotografare in benne enormi e accanto a fantasmagorici dumper da miniera, facevano letteralmente incetta di dépliant che riportavano le caratteristiche delle macchine e, cosa ancora più sorprendente, li leggevano!

L’invito e l’auspicio è che si sappia leggere oltre le apparenze e andare dritto alla sostanza.

Non per fare della dietrologia ma per capire dove stia andando il mondo delle macchine da costruzione, come si stiano muovendo le aziende, quali scenari dobbiamo aspettarci, quali sviluppi ci saranno dal punto di vista tecnologico e strategico.

Perché solo sapendo gli operatori sceglieranno le macchine giuste, i costruttori più affidabili, le soluzioni più convenienti. E potranno quindi fare le scelte migliori per il proprio lavoro.

Leggete gente. Leggete.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here