Fiere in arrivo

Intermat 2018: quali previsioni?

Ormai ci siamo. Lunedì 23 e fino a sabato 28 aprile si aprono le porte del Parc des Exposition di Parigi. Che ospiterà l’edizione 2018 di Intermat, salone internazionale delle macchine e attrezzature per le costruzioni. E, insieme a Bauma e Samoter, una delle tre fiere internazionali organizzate dal CECE.

Si tratta di una manifestazione stretta da un lato dalla forte concorrenza tedesca del Bauma. E dall’altro da un (si spera passato) periodo di crisi che ha di fatto compresso l’industria delle costruzioni.

Una centralità mantenuta

Intermat, in questo contesto, ha mantenuto la sua centralità. Legata in parte al fatto che si svolge in una delle città più belle al mondo e in un momento in cui soffiano benefici venti di ripresa.

A questo aggiungiamo che quest’anno la formula scelta è particolarmente accattivante. Articolata in quattro macrosettori strategici, attenta all’internazionalizzazione e alla digitalizzazione. Il futuro, stando all’Intermat Construction Observatory 2025/2030, si presenta più roseo che nero. Anche perché, sinceramente, più nero di quanto non sia stato ultimamente è difficile immaginare. Tutto lascia sperare quindi in un’edizione non ricchissima di novità di prodotto (difficile esserlo a 1 anno dal Bauma..). Ma piena di spunti, elementi di innovazione tecnologica (i motori per esempio), di nuove realtà che si affacciano al mercato.

Qualche incognita

Una non trascurabile incognita all’affluenza potrebbe essere costituita da un pesante sciopero dei mezzi di trasporto, indetto proprio nei giorni di fiera. E chi ne abbia sperimentato uno in Francia sa bene che in quel Paese non scherzano. Ma, a ben guardare, nelle grandi fiere succede un po’ come al Festival di Sanremo. E’ quasi naturale che ci sia un po’ di suspence prima dell’inizio dello show. Poi, inspiegabilmente, quando si inizia tutto va per il verso giusto. La gente arriva. Guarda. Commenta. Fa business.

Noi saremo presenti, naturalmente. Per i giornalisti saranno impegnativi soprattutto il 23 e 24 aprile, giornate scelte da molti costruttori per le conferenze stampa. Ma anche il 25 (per noi vacanza) non scherza. In primis Volvo CE, a seguire Epiroc. E la mattinata è assicurata.

Parigi val bene una…fiera, parafrasando Enrico IV? Direi proprio di sì. Intermat si conferma un’occasione preziosa per chi vuole sapere le cose prima che succedano. Fare networking. Scoprire le parole chiave del futuro. Ci vediamo a Parigi. Non mancate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here