Test in cava

Volvo Trucks: dalla Svezia con vigore

AperturaVigore, forza, prestazioni ottimizzate, risparmio, manovrabilità….e molte altre ancora le caratteristiche che connotano la gamma costruzioni e veicoli eccezionali che Volvo Trucks ha messo a disposizione della stampa specializzata per le prove nel Demo Centre di Goteborg, in Svezia.

CenterRimandando la trattazione più approfondita dei contenuti alle pagine di MACCHINE EDILI  per i necessari approfondimenti, ci focalizziamo solo su alcune le novità salienti che abbiamo potuto testare di persona sul campo.

sinistraI veicoli sono stati provati su due differenti percorsi, il primo,  in cava, Construction Track, prevedecva pendenze dal 15 al 25%, con situazioni tipiche da cantiere; il secondo, Main Track destinato alle applicazioni speciali ha visto impegnati i veicoli  eccezionali su pendenze dall’8 al 16%. Per entrambi i percorsi sono stati previsti 7 mezzi (14 in tutto) in modo da consentire a tutti di toccare con meno le innovazioni della vasta e diversificata gamma Volvo trucks.

I driver Volvo Trucks che hanno assistito i giornalisti durante i test
I driver Volvo Trucks che hanno assistito i giornalisti durante i test

Iniziamo dal Controllo automatico della trazione che  attiva automaticamente la trazione sull’asse anteriore durante la marcia se il veicolo rischia di rimanere impantanato. Questo assicura all’autista una migliore manovrabilità e al proprietario una riduzione del consumo di carburante e dell’usura del veicolo.La soluzione è formata da un software connesso ai sensori di velocità delle ruote che ne rilevano e ne controllano la velocità. Quando una ruota posteriore inizia a slittare, la trazione viene automaticamente trasferita alle ruote anteriori, evitando così che il veicolo perda velocità o potenza. Un innesto a denti attiva la trazione sulle ruote anteriori in mezzo secondo.

testoQuesto innesto è più leggero e possiede un minor numero di parti in movimento rispetto a una soluzione tradizionale con trazione integrale permanente. Se il veicolo raggiunge un terreno particolarmente dissestato, l’autista può bloccare manualmente gli altri differenziali sia anteriori che posteriori. Volvo Trucks è il primo costruttore di veicoli pesanti al mondo a dotare i veicoli per la cantieristica della trazione integrale ad attivazione automatica. Il Controllo automatico della trazione assicura che sia sempre attiva la combinazione di trazione ottimale, anziché lasciare la decisione all’autista.

FL 280 Configurazione 4x4 con gru retrocabina, un "go kart", dotato di cambio Allision a 6 marce
FL 280 Configurazione 4×4 con gru retrocabina, un “go kart”, dotato di cambio Allision a 6 marce

ripartenza in salitaAbbiamo anche potuto apprezzare l’ I-Shift con primini  che rappresenta un’ulteriore evoluzione di I-Shift, il cambio automatico di Volvo Trucks: la nuova versione è stata sviluppata appositamente per offrire un’eccezionale trazione in partenza e per gestire la marcia a bassissime velocità. Essa consente di procedere ad appena 0,5-2 km/h e di partire da fermo con un carico di 325 tonnellate, un risultato unico per camion prodotti in serie con cambio automatico. I-Shift con primini è disponibile per motori Volvo Trucks da 13 e 16 litri sui modelli Volvo FM, Volvo FMX, Volvo FH e Volvo FH16

pendenzeLa nuova versione di I-Shift di Volvo Trucks consente di aggiungere fino a due nuovi primini. Questo significa, tra l’altro, che il veicolo è in grado di partire da fermo e trasportare fino a 325 tonnellate di massa totale. Grazie ai nuovi primini, il veicolo può procedere a velocità minime, 0,5-2 km/h, e questo semplifica notevolmente le manovre di precisione, ad esempio nelle attività di cantieristica e manutenzione. A seconda dell’area di applicazione, I-Shift è disponibile con uno o due primini per marcia in avanti e con o senza due primini per la retromarcia. I primini per la retromarcia consentono di procedere molto lentamente e questo rappresenta un vantaggio importante quando le manovre in retro devono essere effettuate con elevata precisione.

L'FMX 540 8x4 Tridem
L’FMX 540 8×4 Tridem

Due parole anche sulla Sterzatura dinamica Volvo per assi anteriori doppi, ora disponibile anche per veicoli con assi anteriori doppi, una configurazione molto commune nel settore della cantieristica. Poiché questi veicoli spesso trasportano carichi o sovrastrutture particolarmente pesanti, i vantaggi per l’autista sono davvero evidenti. Oltre a produrre una resistenza alla sterzata molto minore, il volante ritorna automaticamente al centro dopo una sterzata completa, riducendo drasticamente gli sforzi necessari per le manovre in spazi ristretti e facendo risparmiare all’autista tempo e fatica.

Per quanto riguarda le sospensioni pneumatiche posteriori con asse anteriore trattivo (Volvo FMX), ora  è possibile coniugare un ponte con sospensioni pneumatiche e un asse anteriore trattivo, per ottenere massimi livelli di comfort anche per veicoli con trazione integrale. Mentre in genere le sospensioni a balestra sono dimensionate per i carichi più pesanti, le sospensioni pneumatiche sono più flessibili e si adattano al peso del carico.

eccezionaliIl risultato è un’esperienza di guida più fluida e una minore usura per il camion, l’autista e il manto stradale. Grazie alla riduzione delle vibrazioni (specie a camion scarico), l’autista può mantenere una velocità media più elevata sulle dissestate strade dei cantieri, che si traduce in un numero maggiore di consegne per ogni turno.

timberVolvo Trucks ha presentato anche il Sollevamento asse in tandem, una nuova funzione progettata per i trasporti pesanti con veicoli che viaggiano carichi all’andata e vuoti al ritorno, come nel trasporto di legname o merci sfuse e nella cantieristica.La sostituzione del differenziale del primo asse trattivo con un innesto a denti consente di disinnestare e sollevare il secondo asse trattivo. L’autista può quindi usufruire sia della potenza e della capacità garantite da due assi trattivi (6×4) che della manovrabilità superiore offerta da un solo asse trattivo (4×2). La possibilità di sollevare il secondo asse trattivo permette inoltre di ridurre il raggio di sterzata di un metro e l’usura di pneumatici e sospensioni.

 

2 Commenti

  1. Adesso le racconto tutti i problemi di un FMX 500 riscontrati fino ad oggi con un camion che in meno di due anni non ha raggiunto i 100000 km,dopo un anno e due mese percossi
    40000 km rottura pompa adblu….sostituita in garanzia, a
    50000 km problemi con la frizione ,ricostruiti alcuni pezzi con la SALDATRICE, sostituito il servo frizione,
    mi vengono addebitati tutta la manodopera, con un riconoscimento di €194 sull’importo del servo frizione..tutto questo a 50000 km,
    A 80000 km seconda pompa adblu e sostituzione del 7 iniettore dopo 6 mesi dalla prima sostituzione, il camion una settimana all’officina perché perdeva adblu da tutte le parti ,
    Mi viene addebitato tutta la manodopera ed il costo del 7 iniettore .
    MI HA FATTO VISITA L’ISPETTORE DI ZONA DICENDOMI SONO COSE CHE CAPITANO
    Francesco Antonio Morriello

    • Buongiorno, ci dispiace per le sue disavventure.Volvo è una Casa seria ma, come in tutte le famiglie, anche le migliori, purtroppo possono verificarsi, come le ha detto l’ispettore di zona, alcuni inconvenienti. E’ un po’ quello che capita,con le dovute differenze, sì intende,con gli elettrodomestici: se una lavastovoglie nasce male, per qualsiasi motivo, nonostante sia di una marca eccellente molto probabilmente continuerà ad avere problemi. A me è capitato con un’autovettura, di cui ovviamente taccio la marca (una delle migliori, indubbiamente). Detto questo, proprio per evitare questi problemi, consigliamo sempre di attivare dei piani di garanzia estesa che tutelino nei confronti di spiacevoli inconvenienti. Sia economicamente, sia fornendo “veicolo di cortesia” per evitare il fermo camion e consentire la normale prosecuzione del lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here