Si volta pagina

per webPerché un romanzo di successo continui a esserlo occorre sempre inserire qualcosa di nuovo. È una sfida per chi scrive, eccita la curiosità in chi legge, stimola la critica positiva, aggiunge elementi di riflessione. Insomma, apre orizzonti diversi.

Costantino Radis, che fino a oggi ha gestito il Blog Italian Construction Channel, ha  scelto di perseguire nuove opportunità di lavoro presso un’azienda del settore delle costruzioni. A lui vanno i miei ringraziamenti per la collaborazione fin qui prestata e i migliori auguri per la sfida professionale che lo attende.

Il Blog quindi da aprile cambia autore: lo seguirò personalmente, in qualità di direttore editoriale di Macchine Edili, sfruttando  la mia ultratrentennale esperienza e i contatti quotidiani con il mondo delle costruzioni, della distribuzione e delle imprese edili, cercando di fornire informazioni di prima mano su quanto succede (e forse succederà) in questo comparto. Una visione che mi auguro a 360° sui trend in atto non solo da noi, ma in tutto il mondo, come suggerisce la denominazione del Blog,  Construction Machinery World.

TocketIl prossimo appuntamento riguarderà ovviamente il Bauma dove sarò presente per tutta la settimana, già da domenica 10 aprile, per scoprire cosa succede dietro le quinte prima che inizi la grande kermesse.

Lunedì 11 aprile sono previste per noi giornalisti oltre 10 conferenze stampa, la prima delle quali, alle 8.30 (!) di Wirtgen, seguita a ruota da Liu Gong, MAN, Manitou, Case, Caterpillar, Kobelco, Manitowoc, Hyundai…per finire con una sontuosa cena organizzata da JCB in uno dei più prestigiosi hotel della capitale bavarese.

E che dire del 12 aprile, quando Wacker Neuson ci darà la sveglia per la prima colazione, seguita da Volvo, Carmix, Komatsu, Deutz, Hitachi, Fayat, Bosch, JLG, Kohler Engines…?

E ancora Liebherr, Yanmar, Ammann, Terex, Haulotte, Magni, Peri, Pilosio, Doka Palfinger…e tantissimi altri forse meno noti ai più ma comunque protagonisti di primissimo piano nel mondo delle costruzioni, comprendendo la componentistica (l’Italia è dopo la Germania il secondo Paese espositore), un’eccellenza tutta nostra di cui andare fieri.

L’impeccabile organizzazione della Fiera di Monaco assicura ai giornalisti wifi gratuito su tutta la superficie della fiera con un’ampiezza di banda di 1,5 Mbit al secondo. Ma il problema non sarà connettersi e divulgare quanto vediamo, quanto trovare il tempo per farlo…

Per noi il Bauma è un evento che seguiamo con passione immutata da anni. Con la consapevolezza che, senza retorica, ci troveremo ogni tre anni esattamente laddove batte il cuore dell’industria mondiale delle costruzioni. E questo, ogni volta, è un’emozione grande e sempre nuova.

Arrivederci a Monaco di Baviera.

4 Commenti

  1. Forza Daniela, lanciati con il massimo entusiasmo in questa nuova avventura! E soprattutto affronta ogni difficoltà, ogni fatica con il tuo piglio battagliero, senza demordere mai. Con affetto

    • Dop, le cose dette da te hanno un valore particolare, per cui ti ringrazio di cuore. Mi auguro solo di non dire troppe scemenze. E se non sarà così, spero nella clemenza dei miei 25 lettori, come direbbe don Lisander….

    • Dop, le cose dette da te hanno un valore particolare, per cui ti ringrazio di cuore dei tuoi saggi consigli. Mi auguro solo di non dire troppe scemenze. E se non sarà così, spero nella clemenza dei miei 25 lettori, come direbbe don Lisander…..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here