Qual è la novità? Le macchine consumeranno sempre meno

Efficienza energetica e risparmio di carburante sono fra i temi principali di Bauma 2013. Dopo aver analizzato le varie novità che i più importanti costruttori hanno illustrato alla stampa durante l’anteprima, siamo arrivati a una conclusione: le macchine del futuro consumeranno meno. E quindi (ed è questa la bella novità) dovrebbero costare meno.

Come? Vediamo in dettaglio cos’hanno  escogitato i progettisti  di JCB, Cat, Liebherr, Doosan e Hamm.

I nuovi motori di JCB

Il costruttore britannico JCB presenta per la prima volta a bauma 2013 i motori Ecomax, che rispettano le severe normative sulle emissioni Fase IIIB e Tier 4 Interim senza ricorrere a filtri antiparticolato o trattamento dei gas di scarico. JCB ha invece sviluppato una nuova tecnologia, soggetta a richiesta di brevetto, caratterizzata da un processo di combustione particolarmente pulito ed efficiente. Oltre ai benefici ambientali derivanti dalla riduzione dei gas di scarico, il nuovo motore offre un momento torcente (coppia) maggiore a tutti i regimi; secondo l’azienda, questo si traduce in una drastica riduzione del consumo di carburante. La linea di motori Ecomax di JCB è in dotazione, ad esempio, su escavatori ed escavatori-caricatori, caricatori telescopici, gommati e gommati-telescopici, carrelli elevatori e caricatori compatti.

Arriva l’ibrido di Cat…

Nel centro fieristico di Monaco di Baviera verrà svelato per la prima volta al pubblico il nuovo escavatore ibrido 336E H di Cat. Invece di essere dispersa nella fase di frenatura del carrello superiore, l’energia cinetica viene condotta e stoccata in un accumulatore a pressione per essere nuovamente sfruttata nella rotazione del carrello superiore. In questo modo, secondo i dati forniti dall’azienda, il costruttore americano Caterpillar è riuscito a controllare il fenomeno tecnicamente complesso del riutilizzo dell’energia idraulica. Lo sforzo dei progettisti è stato ripagato da una riduzione dei consumi di carburante che l’azienda valuta nel 25 percento circa. Un altro attacco ai costi di esercizio è stato sferrato con il caricatore gommato 966K XE, che Cat presenterà sempre ad aprile nel capoluogo bavarese. Il mezzo è stato equipaggiato con un motoriduttore continuo compatto e potente, concepito nell’ottica del contenimento dei consumi di carburante.

…e un altro ibrido da Liebherr

Una soluzione ibrida per applicazioni pesanti è l’escavatore idraulico a fune HS 8300 HD della tedesca Liebherr. La nuova macchina da oltre 350 tonnellate è dotata di un more ibrido potente ed ecologico al tempo stesso, basato su un principio di funzionamento idraulico. Secondo i dati forniti dal costruttore, lo stoccaggio e la successiva riattivazione dell’energia in eccesso da un lato aumentano le prestazioni complessive del mezzo, dall’altro riducono sensibilmente i consumi di carburante. Inoltre, la tecnologia consolidata dell’accumulatore di energia idraulica abbatte i costi di manutenzione e garantisce la massima affidabilità. La macchina, estremamente potente, è dotata di argani a caduta libera con una forza di traino di circa 50 tonnellate.

Doosan bilancia produttività e consumi

Doosan Construction Equipment ha messo in commercio due nuovi escavatori pesanti a catena nella classe delle 50 tonnellate, conformi alla normativa Fase IIIB sui gas di scarico: il modello DX490LC-3 da 49 tonnellate e il modello DX530LC-3 da 52 tonnellate. Come riportato dal costruttore coreano, il rapporto fra produttività (metri cubi sollevati per ora) e consumi di carburante (litri/ora) è migliorato del 9 percento per entrambe le macchine, in modalità di funzionamento standard, rispetto ai modelli precedenti. Fra le ragioni per la riduzione dei consumi di carburante, Doosan cita il raffreddamento migliorato, un display che mostra costantemente il consumo all’operatore, e valvole di comando ottimizzate che riducono la dispersione di energia e consentono di raggiungere un grado di efficienza superiore. Inoltre vengono impiegati sensori che consentono un controllo elettronico migliore delle pompe, del motore e della valvola di comando principale. Con questa configurazione si possono regolare con estrema precisione portata, pressione e numero di giri in base alle esigenze operative.

E per il settore stradale….

La tedesca Hamm AG, azienda del Gruppo Wirtgen, ha ampliato l’offerta di rulli tandem articolati. Le nuove apparecchiature HD+ 70i e HD+ 80i sono dotati di motori che già oggi rispettano le direttive sui gas di scarico EU IV/Tier 4f, che entreranno in vigore nel 2014. Due aeratori controllati separatamente raffreddano l’aria di carico, l’olio idraulico e il refrigerante del motore. In questo modo, il comando dell’aeratore, regolato in base al carico, riduce i consumi di carburante e le emissioni sonore. Inoltre, i rulli escono dalla fabbrica già provvisti del sistema di gestione della macchina Hammtronic. Secondo Hamm, questo sistema fa sì che il motore operi sempre al giusto regime di carico, ottimizzando le prestazioni e riducendo i consumi.

Seguiteci, è il modo migliore per restare aggiornati!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here