Test in cava

CF 530 FAD 8×4: la cavalleria Orange si scatena

I camion vanno messi alla prova nel loro ambiente di lavoro naturale. Come ha fatto Macchine Edili con il DAF CF 530 FAD 8×4, testato in off-road nelle cave Merlini, situate a sud ovest della Provincia di Milano, nei comuni di Gaggiano e Trezzano sul Naviglio confinante con Zibido S. Giacomo, all’interno del Parco Agricolo Sud di Milano.

Il mezzo d’opera provato è un quattro assi dotato della motorizzazione top di gamma della Casa olandese, il sei cilindri in linea Mx-13 Euro VI D di 12,9 litri di cilindrata. Che è un 530 Cv multicoppia, capace di 2.600 Nm fra 1.000 e 1.460 giri al minuto negli ultimi due rapporti per i cambi in overdrive e di 2.500 Nm da 1.000 a 1.425 giri al minuto nelle altre marce. Il propulsore, che monta un sistema d’iniezione common rail capace di una pressione massima di polverizzazione del gasolio di 2.500 bar, è abbinato al cambio automatizzato ZF Traxon a 16 rapporti – con l’ultimo in overdrive – invece dei 12 previsti di solito sui veicoli stradali.

Un software su misura

In più il CF 530 FAD 8×4, è dotato di un software di cambiata specifico (Offroad) per i percorsi fuoristrada, attivabile mediante un pulsante sulla plancia. Con l’Offroad inserito le cambiate sono effettuate a regimi superiori, mentre i tempi d’innesto dei rapporti risultano drasticamente accorciati. Tutto ciò, insieme alla disponibilità della coppia massima già ai bassi regimi motore (a partire da 1.000 giri/minuto) facilita la guidabilità anche sullo sconnesso e non fa rimpiangere il classico ZF a innesto meccanico, che anni fa era considerato un must negli impieghi cantieristici. Sui percorsi stradali, invece, è possibile tornare alla modalità di cambiata standard, che permette di risparmiare carburante.

L’Mx-13 è dotato di freno motore potenziato ad azionamento idraulico (Mx Engine Brake), che funziona in abbinamento al classico freno motore allo scarico. La potente e ben modulabile azione di rallentamento (anche alle basse velocità) dell’MX Engine Brake permette di risparmiare l’impianto frenante di servizio, costituito da freni a disco sul primo e secondo assale e da tamburi sul tandem. Il CF 530 FAD monta assali da 9 tonnellate anteriormente (sono dei 187 N con balestre paraboliche), mentre sul tandem posteriore HR1670T con riduzione ai mozzi ci sono balestre trapezoidali. La gommatura è basata sulle classiche 13 R 22.5, prodotte dalla Goodyear.

Comfort e intuitività

La cabina corta Day del CF 530 FAD 8×4, è dotata di sedile conducente Luxury Air a sospensione pneumatica, che garantisce al conducente un elevato livello di comfort anche sui fondi accidentati. Facili e intuitivi i comandi (con sistema di sicurezza per prevenire un azionamento involontario) per l’inserimento dei bloccaggi dei differenziali. L’avvenuto azionamento è indicato da due spie luminose situate nella sezione superiore destra del cluster strumenti. L’allestimento del FAD 8×4 è costituito da un ribaltabile posteriore della Cantoni FV Dune di 20 m³ di capacità. La vasca poligonale è realizzata con acciaio anti-usura HB 450 da 8 mm sul fondo, da 6 mm in HB 400 sulle fiancate e da 5 mm (sempre HB 400) in corrispondenza dei pannelli sponda.

Le caratteristiche principali

• Marca e modello DAF CF 530 FAD
• Configurazione assi 8×4
• Passi 2.050+2.300-1.400 mm
• Sbalzo anteriore 1.460 mm
• Sbalzo posteriore 1.250 mm
• Capacità cassone 20 m³
• Motore MX-13
• Cilindrata 12,9 litri
• Potenza massima 530 Cv @ 1.675 giri/min.
• Coppia massima 2.600 Nm @ 1.000-1.400 giri/min.
• Cambio ZF Traxon 16TX2640 OD
• Numero rapporti 16
• Peso cassone 4.500 kg
• Tara veicolo 15.500 kg
• Portata utile 24.500 kg
• Massa totale a terra 40.000 kg
• Gommatura 13 R 22.5

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here