Betoniere autocaricanti

Carmix 3500 TC: tecnologia e design

per webLinee aerodinamiche, profilo accattivate, potenza contraddistinguono la  nuova Carmix 3500 TC.

Il design “intelligente”  è studiato soprattutto per offrire ancora maggior confort all’utilizzatore con comandi più ergonomici, visibilità panoramica e cabina climatizzata. Un maggior confort dell’operatore significa maggior soddisfazione e sicurezza e dunque maggior produttività.
Come tutta l’ampia gamma Carmix, anche il modello 3.500 TC è un concentrato di tecnologia e scelte progettuali fatte per offrire strumenti di lavoro potenti e versatili. Il gruppo betoniera con resa effettiva di 3,5 m3, la doppia elica di miscelazione, la velocità di impasto e scarico indipendente dal numero di giri del motore diesel e lo scarico del calcestruzzo per inversione di marcia; poi la pala da 600 litri – controllabile con Joymix – con apertura a comando idraulico per scaricare direttamente nel bicchiere sabbia o ghiaia. Infine, la capacità di affrontare, anche a pieno carico, pendenze superiori al 30%. Ognuno di questi elementi risponde a esigenze precise, che emergono dall’ascolto attento degli operatori del mondo delle costruzioni: un impegno che Carmix porta avanti da più di 40 anni in cinque continenti.

Il Concept della  3.500 TC esposto per la prima volta a Aquae Venezia 2015
Il Concept della 3.500 TC esposto per la prima volta a Aquae Venezia 2015

Concrete-Mate è la rivoluzione per la produzione di calcestruzzo. Grazie a questo dispositivo, infatti, è possibile pesare il mix direttamente all’interno del bicchiere. A differenza di molti sistemi simili presenti sul mercato che utilizzano un sistema di pesatura idraulica realizzato sulla pala, quello montato di serie sulla nuova Carmix 3.500 TC assicura dati estremamente precisi sulla qualità del calcestruzzo. Questo si unisce a un altro elemento fondamentale che ispira da sempre la filosofia Carmix: l’autobetoniera auto caricante, infatti, nasce per mettere a disposizione una macchina in grado di preparare in loco il calcestruzzo. Meno stress meccanici, dovuti al mescolamento e al trasporto, si traducono in minor impiego di additivi. Il risultato? Un prodotto di eccellente qualità, pronto per l’uso in qualsiasi cantiere, a ogni latitudine, in tempi brevi e con la massima puntualità. Qualità assicurata dal certificato Legal for Trade, un accreditamento che garantisce la superiore precisione del Concrete-Mate in tutti quei paesi dove queste rigide procedure sono in vigore, quali, tra gli altri, Europa, Australia Canada e Russia.

Infine un accenno a Promix, un dispositivo digitale d’avanguardia che garantisce un mix design sempre perfetto per tutte le necessità applicative. Promix  è uno strumento di misura composto da una sonda in acciaio Inox, alloggiata all’interno della betoniera e alimentata da un pannello solare, e da un display in cabina che riceve informazioni in tempo reale. Il sensore fornisce slump, temperatura, umidità, velocità di rotazione della betoniera e indicazione d’impasto pronto. Tutti i dati sono costantemente aggiornati ogni dieci secondi e inviati al ricevitore che, grazie a un display ad alta leggibilità, informa l’operatore sui parametri del calcestruzzo in preparazione. Queste informazioni possono poi essere archiviate in un computer esterno o inviate ad altri dispositivi mobili tramite la rete GPS.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here