Veicoli pesanti

DAF CF e XF: efficienza e comfort

di Ferdinando Tagliabue

DAF ha di recente presentato la nuova generazione dei suoi CF ed XF cui sono stati apportati numerosi miglioramenti in termini di efficienza di trasporto e comfort di guida. CF ed XF sono ora dotati di motori ampiamente rinnovati, nuove trasmissioni e soluzioni aerodinamiche che hanno permesso di ridurre i consumi di carburante fino al 7%.

I veicoli DAF vantano da sempre una grande reputazione presso l’utenza grazie alle loro innegabili doti di affidabilità, consumi contenuti e comfort di guida. Queste prerogative sono state ovviamente mantenute anche sulle più recenti gamme CF e XF Euro6 e sono state ulteriormente enfatizzate da una vasta gamma di servizi disponibili presso la capillare rete di concessionari.
Da questi presupposti di eccellenza i tecnici della DAF hanno operato allo scopo di apportare una serie di ulteriori miglioramenti grazie all’adozione di rinnovati motori PACCAR MX-11 e MX-13 accoppiati ad un nuovo (ed efficiente) cambio automatizzato TraXon.
Le operazioni di rinnovamento hanno coinvolto anche gli assali posteriori estremamente efficienti e caratterizzati da rapporti più veloci, moderne funzioni software per la trasmissione e una aerodinamica ottimizzata. Grazie a queste (e altre) soluzioni adottate è stato possibile ottenere anche una riduzione della tara di circa 100 kg. Altre novità hanno interessato l’impianto di post-trattamento dei gas di scarico, che ora risulta decisamente più compatto; gli intervalli di assistenza sono stati portati a 200 mila km accrescendo in questo modo la disponibilità del veicolo peraltro facile da allestire.

Più coppia, meno carburante

Con i nuovi veicoli sono stati raggiunti eccellenti risultati in termini di contenimento dei consumi di carburante che risultano inferiori del 7% circa rispetto alla precedente generazione. Questi sorprendenti risultati sono stati resi possibili sia dall’adozione di una trasmissione innovativa e del tutto integrata che assicura una perfetta interazione tra motore, impianto di post-trattamento, trasmissione e assali posteriori, il tutto in perfetta linea con la filosofia DAF Transport Efficiency.
La gestione dell’aria dei motori PACCAR MX è stata ulteriormente sviluppata grazie all’adozione di un turbocompressore ancor più efficiente, un rinnovato sistema EGR ed un nuovo design per l’azionamento delle valvole. Il rinnovato sistema di combustione ha migliorato il rendimento termico grazie anche a nuovi pistoni, nuovi iniettori, nuove strategie di iniezione, nonché rapporti di compressione più elevati. A contribuire ad un ulteriore riduzione dei consumi di carburante segnaliamo ancora le nuove pompe dell’olio, dello sterzo e del liquido di raffreddamento a velocità variabile.
Nello sviluppo delle nuove trasmissioni i tecnici Paccar si sono particolarmente impegnati nella riduzione dei regimi motore per migliorare l’efficienza in termini di consumi. Per poter ridurre i regimi, la coppia massima dei PACCAR MX-11 e MX-13 è stata aumentata, rendendola disponibile a partire dai 900 giri/min (il top di gamma, l’MX-13 da 390 kW – 530 CV ha una coppia di 2.600 Nm a 1.000 giri/min).
I modernissimi motori Paccar non potevano certo essere accoppiati ad un cambio qualsiasi e così i tecnici DAF si sono orientati verso la più recente generazione di cambi automatizzati TraXon proponendoli (di serie) su CF ed XF nella versione a 12 marce e come optional in versione a 16 marce. Grazie alle minor perdite di attrito, alla maggior rapidità nei passaggi delle marce e all’ampio utilizzo dell’EcoRoll, si è riusciti a ridurre ulteriormente il consumo di carburante, migliorando nel contempo il comfort di guida e la manovrabilità.

Assali posteriori ad alta efficienza
Gli assali posteriori sono stati rivisti e ora sono possibili riduzioni fino a 2,05:1 il che permette di guidare ad una velocità di crociera di 85 km/h mantenendo un regime di soli 1.000 – 1.040 giri/. I differenziali dell’assale posteriore hanno un design ampiamente rinnovato della corona e del pignone, che garantisce grande durata ed efficienza nonché la massima silenziosità. Un ulteriore contributo all’efficienza viene dall’adozione di ridotte quantità di oli a bassa viscosità nonché dei cuscinetti dei terminali a basso attrito.

Non solo EcoRoll

L’architettura elettrica ed elettronica dei nuovi pesanti DAF è stata integralmente rinnovata e si presenta con nuova unità di controllo del veicolo per l’integrazione della trasmissione dedicata, che comprende funzionalità avanzate come l’EcoRoll ed il regolatore di velocità il Dynamic Cruise, una nuova funzione che provvede ad adattare il carattere del regolatore di velocità alle varie condizioni di guida. Una ulteriore integrazione del PCC (Predictive Cruise Control, ovvero il Regolatore di velocità predittivo) e dell’EcoRoll nelle fasi di guida in salita, rende possibile l’attivazione anticipata dell’EcoRoll quando le due diverse tecnologie hanno calcolato che massa e velocità del veicolo sono in grado di portarlo (alla fine della salita e col cambio in folle) mantenendosi nella tolleranza impostata sul PCC.

Un’estetica accattivante

I nuovi CF e XF si presentano anche con soluzioni estetiche innovative che arricchiscono gli esterni dei veicoli: vi sono elementi sottili ed eleganti, come la targhetta di identificazione sul gradino di accesso alla cabina  XF; una nuova targhetta con il logo DAF ridisegnato con lettere cromate senza dimenticare la presenza di altri elementi distintivi nel paraurti e nel parasole, come anche le bande di decorazione nella calandra e la nuova griglia (sugli XF) che contribuiscono a dare agli esterni una nota di “esclusività”.
Restiamo ancora in attesa (a partire dall’autunno) di vedere i nuovi CF e XF nella completezza della gamma di autotelai e naturalmente anche nelle versioni construction specifiche per il mercato italiano e le sue esigenze uniche con le nuove motorizzazioni e tutte le innovative caratteristiche che ci sono parse davvero eccellenti per i trattori.

Tutti i motori

Sono tre le tipologie di motori Paccar disponibili per le gamme DAF CF e XF. Ci sono i motori della serie MX 11 Distribution proposti in due esecuzioni, il 300 (220 kW -299 HP) con coppia massima di 1350 Nm a 900 giri/min e il 340, con potenza massima di 250 kW – 340 HP e una coppia massima di 1500 Nm sempre ad un regime di 900 giri/min.

Il motore Paccar MX 11 è disponibile anche nell’esecuzione Haulage, in tre varianti: 370, da 270 kW-367 HP con coppia massima di 1800 – 1900 Nm a 900 giri/min; 410 con potenza massima di 300 kW – 408 HP e coppia massima di 2000/2100 Nm a 900 giri/min e il più potente degli MX 11, il 450, che sviluppa una potenza massima di 330 kW – 449 HP e una coppia massima di 2200/2300 Nm a 900 giri/min.

Veniamo infine all’MX 13, proposto anch’esso in tre varianti: 430, 480 e 530. Il meno potente dei tre è il 430 con i suoi 315 kW – 428 HP e una coppia massima di 2150/2300 Nm a 900 giri/min; segue il 480 con i suoi 355 kW – 483 HP e coppia massima di 2350/2500 Nm a 900 giri/min. Chiude il gruppo il 530 che vanta una potenza di 390 kW -530 HP e una coppia massima di 2500/2600 Nm questa volta ad un regime di 1000 giri/min.

DAF Connect per crescere in redditività
DAF Connect, il sistema di gestione online delle flotte, è perfettamente integrato nella filosofia DAF Transport Efficiency. Questo portale online, visualizza in modo chiaro, le informazioni relative alla posizione del veicolo, consumo carburante, condizioni del veicolo e stile di guida di guida, H 24. Grazie al sistema DAF Connect il veicolo invia costantemente importanti informazioni alla base operativa sulle condizioni del veicolo, su tempi e modalità di guida, su una eventuale deviazione dall’itinerario prestabilito o ancora sulla possibilità di prendere un carico aggiuntivo lungo il percorso, oppure se il motore gira inutilmente al minimo. Ebbene tutte queste (e altre) informazioni, accrescono la disponibilità dei veicoli, riducono i costi ed ottimizzano l’efficienza logistica.
Il vero e proprio cuore del portale DAF Connect è un cruscotto online che visualizza immediatamente, informazioni relative al consumo carburante, alle distanze coperte e all’ utilizzo della capacità della flotta. Nel sistema di gestione online si possono anche configurare voci specifiche che si vogliono monitorare o collegabili a determinati obiettivi.
Il sistema segnala anomalie nei consumi di carburante o eventuali deviazioni rispetto al percorso prestabilito, avvertenze che possono essere impostate individualmente secondo le proprie esigenze..
Live Fleet, che fa parte di DAF Connect mostra su una mappa le posizioni esatte dei diversi veicoli e se questi sono operativi o meno, informazioni utili per ottimizzare la pianificazione degli itinerari ed il pieno utilizzo della capacità di trasporto. Live Fleet è anche in grado di individuare il veicolo più adatto a una nuova attività in termini di efficienza.
Con il “geofencing”, il DAF Connect è in grado di inviare automaticamente messaggi quando un veicolo si trova nelle vicinanze del luogo di carico o scarico; ciò non solo contribuisce alla ottimale pianificazione del veicolo ma aiuta anche chi spedisce (o riceve) ad ottimizzare i processi.

Un’altra funzione di DAF Connect riguarda il carburante di cui fornisce report molto dettagliati; in questo modo è possibile analizzare il consumo dell’intera flotta e nei dettaglia quello di ogni singolo veicolo (o conducente). E poiché il consumo di carburante è sempre strettamente legato allo stile di guida, DAF Connect registra frenate, accelerazioni, velocità e uso del cruise control.
Ricordiamo, infine, che i concessionari DA, hanno la possibilità di seguire i veicoli tramite DAF Connect, offrendo in questo modo una migliore consulenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here