Gru topless

Topless: la Potain MDT 489 di Manitowoc

La nuova gru topless Potain MDT 489 di Manitowoc colma il divario tra i popolari modelli MDT 389 e MDT 569 del produttore ed è ideale per progetti di costruzione e infrastruttura su larga scala, in particolare l’installazione di componenti grandi e prefabbricati, nonché per cantieri navali e miniere con carichi pesanti da gestire.

L’MDT 489 offre un’elevata capacità con un carico massimo di 20 t o 25 t e un braccio da  80 per un’ampia copertura e portata in cantiere, il tutto offrendo i vantaggi economici di un facile trasporto e di un rapido assemblaggio e smontaggio. Inoltre, la sua configurazione di gru compatta le consente di operare in cantieri con spazi limitati.  L’MDT 489 è stata progettata per fornire elevate prestazioni.

Facile da trasportare

Tutti i componenti possono essere trasportati in contenitori di dimensioni standard. La sezione rotante dell’MDT 489 può essere trasportata in soli nove contenitori (quattro o cinque in meno del necessario per una gru tipica di queste dimensioni), riducendo i costi di trasporto oltre a semplificare  l’accesso al cantiere.

Inoltre la gru presenta una velocità di assemblaggio senza pari nella sua categoria Quando l’MDT 489 arriva in cantiere, è due volte più veloce da assemblare rispetto ad altre gru di dimensioni simili. Con un braccio da 80 m e un albero di 50 m, l’assemblaggio richiede un massimo di due giorni e pochissimo spazio. L’MDT 489può essere assemblata in varie configurazioni per utilizzare al meglio lo spazio e le attrezzature disponibili in cantiere. La sezione jib  pesa solo 6,7 t.

Tecnologie avanzate

Le più recenti tecnologie Potain massimizzano le prestazioni Utilizzando il sistema di controllo gru (CCS) di Manitowoc, l’MDT 489 può essere impostato in soli 15 minuti. Inoltre, questa funzione promuove un funzionamento altamente controllato ed efficiente per tutto il tempo di permanenza della gru in cantiere. Una volta che l’MDT 489 ha completato il suo lavoro, può essere smontata rapidamente e facilmente, pronta a far posto ad altre gru o a passare al suo prossimo lavoro. La produttività è notevolmente aumentata con il nuovo verricello da 110 HPL, poiché le velocità di sollevamento sono fino al doppio di quelle del precedente verricello da 100 LVF. Questa funzione, in combinazione con la nuova gestione dei freni a motore e una nuova architettura che facilita le operazioni di manutenzione, fa sì che il verricello da 110 HPL acceleri i tempi di costruzione, migliori il comfort di guida complessivo e consenta un posizionamento del carico più preciso. Questi miglioramenti delle prestazioni non aumentano il consumo energetico e la manutenzione è più semplice. Inoltre, con la funzionalità Power Control, è possibile limitare la massima potenza elettrica richiesta per il funzionamento della gru senza influire sulle velocità di lavoro a basso carico e senza carico. Come tutte le gru Potain CCS, l’MDT 489 è dotato della soluzione CraneSTAR Diag. Lo strumento diagnostico remoto di Potain consente al cliente di consultare l’attività della macchina in tempo reale. Grazie in particolare alla previsione delle operazioni di manutenzione e all’assistenza diagnostica avanzata, il cliente ottimizza la disponibilità delle proprie gru e il ritorno sull’investimento. Il recupero dei dati operativi consente la misurazione dell’utilizzo della gru e delle velocità di carico al fine di ottimizzare la produttività e l’efficienza operativa nei cantieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here