Rete distributiva

Kobelco espande la sua rete in Italia

Kobelco Construction Machinery continua ad ampliare la rete di concessionari in Europa
Sebbene il 2020 non sia stato un anno ordinario, Kobelco Construction Machinery Europe B.V. (KCME) ha lavorato strenuamente per continuare a cogliere le opportunità di crescita nei principali mercati europei. Considerando tutto ciò, il fabbricante giapponese ha annunciato l’espansione delle attività in Italia, inclusa l’aggiunta di un nuovo concessionario, EMAC, e l’espansione della rete di concessionari esistenti nelle nuove regioni.

In Italia dal 2016

Kobelco è approdata per la prima volta in Italia nel 2016 a seguito dell’aumento nella domanda di mini escavatori e macchine pesanti e negli ultimi quattro anni ha aumentato la sua copertura nella penisola e più recentemente in Sicilia e in Sardegna. Nonostante il difficile inizio del 2020 con lo scoppio della pandemia globale da Covid-19, le attività in Italia si sono adesso stabilizzate e il Governo è concentrato sulla ricostruzione delle infrastrutture come parte del recovery plan. Pertanto la necessità di macchine da costruzione in Italia è aumentata notevolmente, con requisiti specifici per la costruzione di ponti e tunnel, oltre che per la manutenzione dei porti del paese.
All’inizio del 2021, KCME considera l’Italia come uno dei mercati più importanti per gli escavatori, unitamente a Germania, Francia e Regno Unito. Grazie alle elevate prestazioni e al basso consumo di carburante, la richiesta degli escavatori Kobelco è molto elevata e in particolare si prevede una crescita della richiesta di macchine pesanti, inclusa la demolizione. All’altra estremità della gamma, l’Italia è un mercato strategico per i mini escavatori Kobelco e a metà gamma è presente una richiesta significativa per il modello SK140SRLC-7 nel nord-est d’Italia, dove si prevede l’utilizzo di 35-40 unità nei cantieri entro la fine di giugno. Anche i modelli SK210SNLC-10E e SK240SN-10E
rimangono macchine popolari per la regione alpina grazie ai sottocarri molto stretti.

Chi sono i concessionari

EMAC, una Società a conduzione familiare creata negli anni “60, copre la regione Lombardia, in particolare le province di Bergamo e Brescia. Specializzata in macchine da costruzione di ogni dimensione, incluse le macchine da demolizione, ha recentemente venduto modelli Kobelco SK550DLC-10, SK400DLC-10 e alcuni altri escavatori di grandi dimensioni.
Sergio Bassan srl è una Società a conduzione familiare con sede nel nord-est d’Italia ed è stata una delle prime concessionarie autorizzate di Kobelco. Dalla copertura iniziale che prevedeva il Veneto e parte dell’Emilia Romagna, la concessionaria si è recentemente espansa a coprire le province di Cremona e Mantova in Lombardia e quella di Cagliari in Monastir, Sardegna, per essere più vicina  ai clienti Kobelco sull’isola e rafforzare l’assistenza per le vendite e il post-vendita con una filiale dedicata. Da quando è diventata concessionaria ufficiale di Kobelco nel 2016, la Sergio Bassan  ha ottenuto una crescita di circa il 20% all’anno e ha conquistato la reputazione eccellente per la fornitura di assistenza e supporto postvendita di prim’ordine ai propri clienti.

Domenichini Group srl inizialmente copriva la regione Umbria e la Toscana, ma recentemente si è ampliata fino a coprire la regione Marche. Tale sviluppo ha consentito all’azienda di offrire un’ampia copertura ai clienti Kobelco, oltre a un servizio di assistenza più rapido. L’azienda  sta inoltre pianificando di espandere la propria flotta dedicata al noleggio portandola a oltre 100 macchine fra cui escavatori, caricatori, minipale, dozer, movimentatori telescopici e piattaforme aeree.
Gli ulteriori aggiornamenti della rete di distribuzione italiana includono l’aggiunta di altre due concessionarie a copertura degli interessi di Kobelco in Sicilia. FTS è specializzata nella vendita e assistenza di miniescavatori ed escavatori pesanti, mentre Yamoter è specializzata nei macchinari pesanti. A seguito del recente ampliamento territoriale in Calabria e Puglia, Bruno Gruppo è ora diventato il maggiore concessionario ufficiale di Kobelco in Italia in termini di estensione, con la copertura di 16 province meridionali.
Alla luce di questa significativa espansione delle attività in Italia, KCME ha ulteriormente investito nel team italiano sul territorio, inclusa la nomina di un nuovo Retail Sales and Marketing Manager, Christian Costantini. Da Perugia, Christian è entrato in KCME a giugno scorso dopo aver lavorato per un marchio concorrente per oltre 10 anni. Nonostante le restrizioni ai viaggi imposte dal Covid19, Christian è già riuscito a conoscere tutta la rete italiana.

I commenti

L’Italia è un mercato importante e in crescita per Kobelco quindi ho cercato di conoscerlo il più possibile negli ultimi sette mesi”, ha spiegato Costantini. “Attualmente abbiamo dieci concessionarie in tutta Italia e sto già iniziando a capire le differenze fra loro e quali sono i punti di forza dei singoli”.
L’ampia gamma di escavatori di Kobelco è ideale per l’Italia in quanto copre tutta la gamma, dai modelli mini per i lavori in ambito residenziale e infrastrutturale, alle macchine più grandi per lavori di demolizione e costruzione”, ha aggiunto il Business Manager per Italia, Spagna, Portogallo e Isreaele di KCME, Marco Ferroni. “Nella prima metà del 2020 abbiamo avuto una forte richiesta di macchine mini e midi, ma riteniamo che in futuro la richiesta si focalizzerà sulle macchine più grandi, fornite da alcuni dei nostri nuovi concessionari più grandi”.
Un elenco completo e di facile consultazione dell’intera rete di rivenditori Kobelco è disponibile  tramite il “Dealer Locator” sul sito Web ufficiale di Kobelco Construction Machinery Europe B.V

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here