Gru retrocabina

Effer 1000: prestazioni al vertice

Il peso della Effer 1000 è di soli 9.000 kg, perciò permette l’impiego di automezzi né troppo grandi, né troppo costosi nell’abbinamento fra prestazioni di sollevamento e capacità di carico

Effer 1000 segna un punto di svolta per l’azienda emiliana: le prestazioni al vertice sono risultato di un concept evoluto e di innovazioni tecnologiche orientate a soddisfare le esigenze emergenti nel settore.

Effer 1000 è la prima gru articolata presentata dopo l’ingresso di Effer nel gruppo Hiab, concepita per conquistare il top del mercato nel segmento 80-90 tm. La struttura a 9 sfili e il jib a 6 estensioni mettono infatti a disposizione il massimo sbraccio e il massimo carico della categoria (23 m per 5,8 t; 26 m con 3,2 t), con un angolo verticale di 83°.

Alla massima elevazione, l’innovativo braccio con sezione decagonale della Effer 1000 raggiunge un angolo verticale di 83°, risultato unico nella categoria delle gru da 80-90 tm

Grazie al peso di soli 9.000 kg, il nuovo modello si propone come la soluzione ottimale nel rapporto fra sollevamento dei carichi pesanti ad altezze notevoli e carico utile durante il trasporto. L’innovativo braccio a sezione decagonale e le elevate prestazioni del jib minimizzano le oscillazioni in altezza, conferendo rigidità e precisione nei movimenti.

Tecnologie avanzate

L’ing. Aldino Zeppelli – Senior Vice President della divisione Loader Crane Heavy & Super Heavy del gruppo Cargotec-Hiab – afferma al riguardo: “Il nuovo modello mette a sistema tutte le competenze e le tecnologie più avanzate, confermando il ruolo fondamentale di Effer nel gruppo e ponendo le basi per la crescita futura. Effer 1000 è l’esito più tangibile dell’impegno profuso negli ultimi tempi per conseguire ulteriori traguardi dal punto di vista industriale e commerciale. Continuiamo e continueremo a lavorare per acquisire vantaggi nella supply chain e nel time to market, per ampliare e completare la gamma, per risultare sempre più competitivi e penetrare in nuovi mercati.

Grazie alle sinergie sviluppate in seno al gruppo, già nel prossimo autunno potremo offrire ai nostri clienti importanti innovazioni nei sistemi di controllo e nella connettività, con l’obiettivo di migliorare gli standard operativi delle nostre macchine e aggiungere ulteriore valore ai servizi“.

Studiata nei minimi dettagli per soddisfare le richieste provenienti dal mercato, Effer 1000 esprime tutti i valori di un’azienda che vuole mantenere intatta la propria identità e, al contempo, crescere ulteriormente grazie all’opportunità offerte dall’appartenenza al principale player globale nel sollevamento.

Effer 1000 è il primo modello presentato dopo l’ingresso nel gruppo Hiab, che conferma l’importanza dell’azienda quale punto di riferimento per il segmento delle gru articolate pesanti
Enrico Vandelli

Questo orientamento è confermato da Enrico Vandelli, Sales Manager per l’Italia: “Effer 1000 coniuga le prestazioni di una gru da 130-150 t/m con una portata utile sul cassone di 70-80 q. È una macchina nata per incontrare le aspettative dei nostri clienti e siamo certi di ottenere risultati importanti.

L’ingresso nel gruppo Hiab ci ha reso più forti, ma vogliamo mantenere e migliorare ulteriormente i nostri tratti distintivi, restando un’azienda al 100% “made in Italy”. Il potenziamento  della rete di distribuzione e assistenza avverrà  sotto il nostro marchio storico“.

di Giuseppe La Franca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here