Risultati e Obiettivi

Crescita esponenziale per Kiloutou

Il Gruppo Kiloutou ha registrato un fatturato di 1,2 miliardi di euro nel 2023, in crescita del 18%. Il gruppo francese, che opera in 7 Paesi europei, ha confermato il suo slancio di crescita in tutti i suoi mercati. In un contesto economico e geopolitico che rimane incerto nel 2023 e che sta causando difficoltà al settore delle costruzioni e delle opere pubbliche, il Gruppo Kiloutou sta dimostrando la pertinenza, la solidità e l’agilità del suo modello di business.

2023: un altro anno record

Un anno dopo aver superato la barriera simbolica di 1 miliardo di euro, il Gruppo Kiloutou mantiene il suo forte slancio di crescita, con un fatturato di 1,2 miliardi di euro, in aumento del 18% grazie a una solida crescita organica del 6% e a una forte crescita esterna.

In Francia, la società di noleggio ha registrato un fatturato di 759 milioni di euro, in crescita dell’8% rispetto al 2022. Negli altri 6 Paesi europei in cui il gruppo opera – Polonia, Spagna, Germania, Italia, Danimarca e Portogallo – Kiloutou ha chiuso l’anno con un fatturato di 448 milioni di euro e una crescita del 42%, favorita dalle acquisizioni.

Nel 2023, Kiloutou ha rafforzato la sua posizione di terza società di noleggio in Europa e la sua penetrazione nei vari mercati grazie a diverse acquisizioni, in particolare in Francia (Bernard Location, in aprile), Germania (Uka-Hauke, in agosto) e Spagna (Valser, in dicembre), realizzate in parallelo all’apertura di una quindicina di nuove filiali in tutto il continente. Il Gruppo, leader sui mercati danese e portoghese, genera attualmente più del 37% delle sue attività al di fuori della Francia (contro il 18% nel 2021).

Crescita sostenuta e sostenibile

La dimensione internazionale di Kiloutou si riflette anche nella realizzazione della sua tabella di marcia ambientale. A livello di gruppo, che persegue una politica di transizione volontaria, un terzo degli investimenti nel 2023 è stato destinato all’acquisto di attrezzature a basse emissioni. Kiloutou, che in Francia ha riunito la sua gamma di attrezzature a basse emissioni di carbonio in una gamma dedicata iMPAKT, mira a introdurre gradualmente una gamma a basse emissioni nei suoi vari mercati a partire dal 2024. Allo stesso tempo, Kiloutou sta portando avanti il suo progetto di decarbonizzazione della flotta aziendale (veicoli di servizio, di soccorso e di consegna): prima società di noleggio europea a integrare un veicolo pesante elettrico da 32 tonnellate nella sua flotta di consegna nell’estate del 2023, Kiloutou prevede che il 27% dei suoi rinnovi di veicoli nel 2024 sarà decarbonizzato.

Nel 2023, Kiloutou ha anche ribadito le sue ambizioni di sviluppo digitale, con il lancio di nuovi servizi innovativi (Youse, Konnect), la revisione completa del sito web kiloutou.fr e il potenziamento dei servizi digitali disponibili attraverso l’area clienti MyKiloutou. La fluidità ricercata tra l’esperienza digitale e quella in filiale sta dando i suoi frutti: le vendite generate attraverso i canali digitali in Francia sono aumentate del 54% in un anno.

Gli obiettivi per il 2024

Il 2024 si preannuncia un anno ricco di opportunità, ma anche di sfide. Il contesto economico è ancora segnato dall’inflazione e dall’emergere di crisi settoriali e geopolitiche che potrebbero turbare l’industria dei lavori pubblici e delle costruzioni.

Di fronte a queste sfide, il noleggio di attrezzature si sta rivelando una soluzione concreta per le imprese di costruzione e di lavori pubblici: in primo luogo, consentendo loro di ottimizzare la struttura dei costi e, in secondo luogo, offrendo loro attrezzature a basse emissioni di carbonio che sono ancora più costose da acquistare.

Allo stesso modo, il Gruppo Kiloutou intensificherà la propria diversificazione aprendo filiali specializzate e rafforzando la propria attività in diversi settori in crescita, tra cui l’industria, l’energia e i servizi.

Olivier Colleau

Olivier Colleau, presidente esecutivo del Gruppo Kiloutou: “L’anno 2023  è stato notevole: il Gruppo Kiloutou ha raggiunto un fatturato record di 1,2 miliardi di euro, in crescita del 18% rispetto al 2022. Questa performance conferma la solidità del nostro modello di business e la pertinenza della strategia che abbiamo adottato.

Nel 2024, manteniamo le nostre ambizioni di crescita in tutti i nostri mercati, ma anche di decarbonizzazione del nostro business, con l’agilità e il pragmatismo che ci caratterizzano e che ci permettono di cogliere le giuste opportunità. Vorrei congratularmi con tutti i 7.000 membri del Gruppo che hanno lavorato e continuano a lavorare per questo successo.”