Veicoli

Il nuovo Arocs “rivoluzionato” di Mercedes Benz

Il settore delle costruzioni richiede un approccio pratico e “lavoratori” resistenti. Il nuovo Arocs di Mercedes Benz sembra avere tutte le caratteristiche necessarie per affrontare le impegnative sfide delle applicazioni in cava e in cantiere: motori potenti, diverse possibilità di configurazione  e un telaio robusto. Tuttavia oggi l’industria delle costruzioni  richiede molto di più. Le operazioni che si svolgono in cava e cantiere sono autentici capolavori di logistica, spesso portate avanti in condizioni estreme e che richiedono quindi lo “stato dell’arte” della tecnologia.  Esattamente il tipo di innovazione portato in cantiere dal nuovo Arocs.

Con l’ultima generazione di tecnologie come il Predictive Powertrain Control (PPC), Sideguard Assist, Active Brake Assist,  MirrorCam e Multimedia Cockpit, per non parlare della piattaforma di connettività Truck Data Center (TDC), l’Arocs fissa nuovi standard  per efficienza, digitalizzazione, sicurezza e connettività.

Il Predictive Powertrain Control

L’avanzato controllo di crociera e trasmissione Predictive Powertrain Control (PPC) ha già espresso le sue potenzialità in condizioni di traffico interurbano e l’Arocs, che spesso viaggia su strade sterrate grazie a questo sistema beneficia di notevoli risparmi di carburante. Oltre a un sistema di posizionamento basato su GPS, la nuova generazione di PPC utilizza mappe stradali digitali che contengono dati sulla topografia, le curve, la geometria di incroci e rotatorie, nonché i segnali stradali. Non solo l’Arocs è sempre in grado di trovare la giusta marcia e la velocità appropriata per il consumo quando si trova in salita o in discesa ma anche quando percorre strade accidentate.   PPC è ora disponibile anche per autocarri pesanti fino a 120 tonnellate, veicoli a trazione integrale e veicoli con guida ausiliaria idraulica (HAD) ad eccezione della miscelazione del cemento. In combinazione con MirrorCam, il risparmio di carburante è ancora migliore grazie all’aerodinamica ottimizzata dell’alloggiamento della telecamera montata sul lato del telaio del tetto della cabina. Questo sostituisce gli specchi principali e grandangolari convenzionali nel nuovo Arocs, il primo camion da costruzione ad includere questo sistema.

Sicurezza al top con  MirrorCam e….

L’aerodinamica ottimizzata è solo una caratteristica della MirrorCam. La tecnologia della fotocamera offre anche vantaggi quando si tratta di manovrabilità e soprattutto sicurezza del camion.  L’assenza degli specchi tradizionali ha notevolmente migliorato la visibilità a tutto tondo. Il conducente ha un’eccellente visibilità anche in diagonale di fronte al camion, un angolo che altrimenti sarebbe stato nascosto dall’alloggiamento dello specchio. E non è più possibile regolare in modo sbagliato lo specchietto  perché da qualsiasi prospettiva, la fotocamera mostra la stessa immagine completa. La MirrorCam lavora in coppia  con il Sideguard Assist, un sistema di assistenza che  è in grado di riconoscere  gli ostacoli alla destra del veicolo lungo l’intera lunghezza del mezzo.  Se la MirrorCam è installata, gli avvisi di Sideguard Assist vengono visualizzati sul display a destra. Daimler Trucks è attualmente l’unico produttore che offre un tale sistema di assistenza alla guida completamente integrato nell’architettura del veicolo.

Da giugno 2021 sarà disponibile un altro sistema di assistenza alla sicurezza per le numerose varianti di modello Arocs: Active Sideguard Assist. Il nuovo sistema non solo segnala ostacoli sul lato del co-pilota, come nel caso di Sideguard Assist, ma può anche avviare la frenata automatica ad una velocità di svolta di 20 km/h fino a quando il veicolo non si ferma. Active Sideguard Assist riconosce la necessità di questo intervento dall’angolo del volante e, idealmente, previene qualsiasi collisione. Mercedes-Benz Trucks è il primo produttore di autocarri al mondo a introdurre un sistema di questo tipo con funzione frenante attiva. Anche l’ormai quinta generazione di Active Brake Assist 5 (ABA) contribuisce  a una sicurezza ancora maggiore e può aiutare a evitare una collisione posteriore.

Il Multimedia Cockpit

Mercedes-Benz Trucks è il primo produttore con un Multimedia Cockpit completamente integrato e connesso e svolge un ruolo estremamente importante, sostituendo il classico quadro strumenti. Fornisce al conducente una chiara panoramica di tutte le condizioni di guida e di funzionamento e informazioni su tutti i sistemi di assistenza.  Il Multimedia Cockpit è disponibile in due versioni e include sempre un sistema di infotainment radio. Il Multimedia Cockpit Interactive opzionale ha un quadro strumenti da 12 pollici invece di un display da 10 pollici. Inoltre, ci sono due opzioni di visualizzazione (‘Classic’ e ‘Advanced’), un sistema di navigazione specifico per camion, Remote Online, così come il riconoscimento dei segnali stradali.  

Il Multimedia Cockpit include un secondo schermo, oltre al solito pannello di commutazione a destra del volante. Questo schermo secondario è stato progettato come un touch screen multimediale attraverso cui il conducente  controlla diverse funzioni in modo intuitivo. Inoltre, il touchscreen può essere utilizzato per accedere alle app dal portale  Mercedes-Benz Truck, che servono, tra le altre cose, a ottimizzare i trasporti e la gestione dei veicoli. Il touchscreen multimediale fornisce inoltre al conducente informazioni sulla pressione degli pneumatici e sul carico dell’asse, mentre il display digitale è in grado di fornire immagini da un massimo di quattro telecamere. In questo modo è possibile monitorare il raggio d’azione del veicolo.

Un camion su misura

L’Arocs  grazie alla vasta selezione di cabine, motori efficienti  con una potenza da 175 kW (238 CV) a 460 kW (625 CV) insieme a varianti di trazione e configurazioni delle ruote, soddisfa diversi requisiti.  Che si tratti di trasportare merci sfuse, materiali da costruzione, calcestruzzo già miscelato o trasporto di macchinari, l’Arocs è attrezzato per affrontare tutti questi compiti e altro ancora. L’azionamento ausiliario idraulico a ruota anteriore attivabile (HAD) ha ridotto considerevolmente il carico di lavoro per tutti quei veicoli che sono in gran parte sulla strada, tuttavia occasionalmente si trovano sul terreno difficile dei cantieri e nelle cave. L’hydraulic Auxiliary Drive (HAD) funziona ad una velocità fino a 30 km/h e crea il necessario grado di trazione aggiuntiva per far fronte, ad esempio, anche alla superficie scivolosa delle pendenze impegnative. La potenza di trazione aggiuntiva è disponibile fino a 40 kW per ruota.

L’ampio programma Arocs comprende configurazioni di ruote da 4×2 e 4×4 ai veicoli a tre assi in 6×2, 6×4 a 6×6. I veicoli a quattro assi sono disponibili come 8×2 con asse finale, come 8×4, 8×4 con asse finale, come 8×6 e 8×8. La gamma comprende sospensioni in acciaio e aria, telai diversi a seconda dell’uso, sia su strada che principalmente fuoristrada, numerosi passi, cabine per missioni giornaliere e lunghe distanze, oltre a tre sistemi di trazione integrale. I progettisti hanno apportato ulteriori modifiche all’Arocs. Non solo le funzioni software sono state ottimizzate ma anche l’hardware è stato rivisto: per esempio , un sistema di scarico verticale è ora disponibile ex fabbrica per tutti i veicoli a quattro assi. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here