Iniziative

Il noleggio arriva al supermercato

per webdi Daniela Grancini

Non è di tutti i giorni vedere un ipermercato che, nel proprio posteggio, propone a noleggio macchine e attrezzature per le costruzioni, almeno in Italia. L’idea è venuta all’intraprendente Jean-Pierre Raffalli, gestore della catena Hyper U di Folelli, in Corsica, che ha affidato l’esordio dell’iniziativa a due escavatori Hyundai, l’80CR-9 e il 25Z-9A, venduti da Dicomat, concessionario del marchio che opera nell’isola.

sinistraIl centro commerciale Hyper U, ubicato dal 1980 a una trentina di chilometri da Bastia, occupa una superficie di 10.000 metri quadrati  che ospita parecchi esercizi commerciali, dall’abbigliamento alla profumeria, dalla parafarmacia alla ristorazione… Già si occupava del noleggio di autovetture rivolte soprattutto ai numerosi turisti della zona, ma Raffalli (che possiede anche un’impresa edile, un outlet e proprietà agricole…) per rimpinguare le entrate, ha ultimamente deciso di optare per un’idea innovativa.

Dopo aver commissionato uno studio sul territorio, Raffalli ha scoperto che molti proprietari immobiliari della zona avevano necessità di noleggiare macchine con operatore per tutta una serie di lavori di ristrutturazione, di manutenzione, di demolizione… A questo si aggiunga che l’impresa di Raffalli, la EPI, possiede già parecchie macchine acquistate recentemente. Il suo motto è “Voi lo fate, noi vi aiutiamo”. Se un privato deve effettuare dei lavori, contatta l’Hyper U, che invia a domicilio un geometra per valutare la fattibilità del cantiere e il numero di giorni di noleggio necessari. E l’affare è fatto.

testoL’80CR-9A ha un peso di 8350 Kg e monta un motore Yanmar 4TNV98C che eroga una potenza di 48,5 kW a 2400 giri al minuto, profondità di scavo di 4180 mm e forza di strappo alla benna di 55,9 kN. Il 25Z-9A ha un peso di 2450 kg e monta un Mitsubishi S3L2 che eroga 17,2 kW a 2300 giri/minuto, profondità di scavo di 2420 mm, forza di strappo alla benna di 21,1 kN.

Da quando sono state acquistate, l’estate scorsa, le due macchine hanno già lavorato in numerosi cantieri e per loro si prevedono complessivamente di un centinaio di ore di noleggio nel corso dell’anno.

Anche gli ipermercati di casa nostra adotteranno questa strategia?

2 Commenti

  1. Buonasera Sig.ra Grancini, se i numeri sono esatti, ma credo non lo siano affatto, un investimento di ca. 100.000 € per due miniescavatori che “complessivamente” saranno impiegati per ca. 100 ore all’anno, cioè ben 6.5 giorni cadauno.. non credo sia il massimo del businnes .. Non mi sembra che lo studio di fattibilità commissionato sul territorio abbia fornito un dato molto incoraggiante per un investimento in tal senso.

    • Buongiorno signor Tavanti, il suo ragionamento non fa una grinza. Ma evidentemente il signore in questione ha tali e tanti interessi compositi nel suo business che trova remunerativa una cosa del genere. Il comunicato (in francese) è arrivato da Hyundai France e noi l’abbiamo tradotto con attenzione: si parla proprio di un utilizzo annuo di 100 ore per le due macchine.
      Qui la notizia è più che altro una curiosità. Anche da noi, per esempio, la Boels noleggia attrezzature presso la grande distribuzione, ma l’iniziativa corsa è differente per le modalità in cui è stata atuata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here