Finitrici

Wirtgen: treno di stesa collega Praga a Brno

Due SP 154(i) e una macchina per post-trattamento TCM 180(i) di Wirtgen hanno risanato l’autostrada D1 tra Praga e Brno (Repubblica Ceca) quale treno di stesa e finitura del calcestruzzo.

Nella modernizzazione dell’autostrada D1 tra Praga e Brno, le due città più grandi della Repubblica Ceca, due finitrici a casseforme scorrevoli e una macchina per post-trattamento di Wirtgen hanno risanato un tratto di autostrada lungo 67 km sul senso di marcia in direzione di Praga. Il treno di stesa ha realizzato due strati in una passata e ha contestualmente allargato le due corsie di marcia.

Risultati perfetti

Per l’intervento edile che ha contribuito notevolmente al miglioramento del flusso del traffico tra Praga e Brno e alla sicurezza dell’infrastruttura ceca sono state necessarie oltre 60.000 t di calcestruzzo in 20 giorni. Queste sono pari a 333 t all’ora. Sull’autostrada D1, l’impresa edile esecutrice Eurovia CS ha impiegato il nuovo treno di stesa di Wirtgen per realizzare il piano viabile con il calcestruzzo con aggregati esposti nella qualità ottimale. Con due finitrici a casseforme scorrevoli SP 154(i) quali finitrici per lo strato superiore di calcestruzzo e per lo strato inferiore di calcestruzzo e una macchina per post-trattamento TCM 180(i), Wirtgen ha potuto dimostrare ancora una volta la sua competenza e il suo potenziale prestazionale in fatto di qualità, rapidità ed economicità.

Controllo flessibile, carico semplice

Con un nastro trasportatore, lo strato superiore di calcestruzzo viene posato oltre la prima SP 154(i) (finitrice dello strato inferiore di calcestruzzo) direttamente sullo strato inferiore di calcestruzzo appena steso per essere lavorato dalla seconda SP 154(i) (finitrice dello strato superiore di calcestruzzo).

La SP 154(i) è equipaggiata con quattro cingoli orientabili e sterzanti. In questo modo, la macchina può essere controllata in modo flessibile in diverse condizioni di cantiere. Anche il carico è semplice grazie ai cingoli sterzanti e orientabili. La moderna modalità ECO riduce il consumo carburante e le emissioni di CO2 in presenza di un fabbisogno di potenza medio.

Il pannello di comando della SP 154(i) ha una struttura analoga a quella del pannello di comando dell’attuale flotta di finitrici a casseforme scorrevoli di Wirtgen. Pertanto, non è necessario dedicare tempo all’apprendimento di nuove informazioni. Questo garantisce una stesa precisa e continua, senza ritardi dovuti alla mancanza di dimestichezza.

Maggiore efficienza in termine di costi

 Il procedimento di stesa in due strati, preferito non solo nel progetto ceco, è tanto economico in quanto solo lo strato superiore di calcestruzzo è realizzato con il calcestruzzo con aggregati esposti relativamente costoso. Nella fondazione è possibile utilizzare una miscela più conveniente. Attraverso la stesa dello strato superiore di calcestruzzo “bagnato su bagnato”, sul piano viabile in direzione di Praga, largo 11,5 m e spesso 27 cm, è stata realizzata una straordinaria adesione tra strati. Lo strato inferiore di calcestruzzo spesso 22 cm e lo strato superiore di calcestruzzo spesso 5 cm costituiscono assieme una superficie carrabile molto solida, in grado di sostenere anche i carichi assiali in costante crescita dei mezzi pesanti. Pertanto, l’impiego della SP 154(i) garantisce una maggiore sicurezza e una maggiore durevolezza delle strade anche a lungo termine.

Come sono composti i treni

Le macchine per post-trattamento Wirtgen come la TCM 180(i) sono responsabili della finitura della superficie in calcestruzzo, creando la struttura superficiale desiderata e spruzzando una dispersione

I treni di stesa del calcestruzzo Wirtgen sono composti da due finitrici a casseforme scorrevoli e da una macchina per post-trattamento. La SP 154(i) è fondamentalmente utilizzabile quale finitrice per lo strato superiore e inferiore del calcestruzzo. La SP 154(i) utilizzata quale finitrice dello strato inferiore di calcestruzzo può essere equipaggiata come finitrice dello strato superiore di calcestruzzo con un’attrezzatura posa-barre automatica, un massimo di tre dispositivi di posa per barre di legatura per giunti longitudinali e un’unità di convogliamento del calcestruzzo.

In caso di impiego quale finitrice per lo strato superiore di calcestruzzo, un livellatore longitudinale e trasversale permette di ottenere una superficie di calcestruzzo ottimale. Il lavoro è concluso dalle macchine per post-trattamento come la TCM 180(i), che sono in grado di realizzare diverse strutture della superficie e di spruzzare una dispersione sulla pavimentazione di calcestruzzo fresca, per impedirne l’asciugatura troppo rapida. In caso di stesa con il calcestruzzo con aggregati esposti non viene realizzata nessuna tessitura superficiale; al contrario, grazie alla spazzolatura dello strato superiore di malta, viene realizzata la caratteristica struttura del calcestruzzo con aggregati esposti con una profondità della tessitura di circa 1 mm.

Siamo entusiasti della nuova SP 154(i). La qualità della superficie ottenuta è notevole”, conferma Roman Pistek (al centro nella foto), specialista tecnologico per la costruzione di strade con calcestruzzo, Eurovia CS.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here