Competizioni

Team PETRONAS de Rooy IVECO sfiora la Top 10

Albert Llovera è stato l’uomo del giorno per il Team PETRONAS De Rooy IVECO, riuscendo a piazzare il suo Powerstar in 11° posizione dopo 367 chilometri cronometrati. Il camion #517 ha infatti concluso la gara a 39 minuti e 7 secondi di distanza da Viazovich, vincitore della prova speciale con Maz. Di conseguenza, Llovera ha raggiunto l’11° posizione anche nella classifica generale, avvicinandosi notevolmente alla Top 10, un ottimo obiettivo per la prima settimana di gara.

La seconda giornata di attività in Arabia Saudita si è conclusa dopo una prova speciale molto combattuta tra le città di Al Wajh e Neom, con un tracciato composto per la maggior parte da terra e pietrisco, inframezzato da brevi tratti sabbiosi. I navigatori e i meccanici hanno rivestito un ruolo fondamentale, poiché era necessario attraversare tutti i waypoint nella maniera ottimale per raggiungere la linea del traguardo in un tempo accettabile.

L’uomo del giorno

 

Albert Llovera: “Il mio navigatore, Ferran, è stato fenomenale. Siamo riusciti a trovare tutti i waypoint molto in fretta. L’unica perdita di tempo è stata dovuta a un problema a uno pneumatico, ma ai miei ragazzi sono bastati 15-20 minuti per sistemare tutto. È stata un’ottima giornata”.

Incidenti di percorso

La sorte non è stata altrettanto generosa con gli altri tre componenti del Team PETRONAS De Rooy IVECO, che sono incappati in svariati incidenti di percorso.

Janus van Kasteren, che nella tappa di ieri era riuscito a salire sul podio, ha combattuto testa a testa con i Kamaz all’inizio della gara, finché la foratura di uno pneumatico non ha complicato la sua impresa. Sebbene alla squadra siano bastati dieci minuti per sostituirlo, il pilota ne ha risentito per il resto della giornata, poiché il veicolo #505 del Team PETRONAS De Rooy IVECO è stato costretto ad attraversare le nuvole di polvere sollevate dai suoi rivali, perdendo tempo prezioso nel corso della gara. Van Kasteren ha tagliato il traguardo in 13° posizione, a 41 minuti e 30 secondi di distanza dal primo classificato, lasciando il 3° posto in classifica generale per finire 8°.

Janus van Kasteren: “Polvere, polvere e ancora polvere. Nient’altro che polvere, dappertutto. È molto difficile guidare in mezzo alla polvere, perché si va al 60% delle proprie possibilità. Si perde moltissimo tempo. Non so quale sia stata la causa della foratura, forse le rocce. Ma è successo tutto all’improvviso”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here