Mini gru

SPX1280 speciale, progettata per volare

Jekko, assieme all’esercito Belga, ha sviluppato la prima mini gru aviotrasportabile
A vederla sembra la classica SPX1280, con le sue dimensioni compatte, il suo sistema di stabilizzazione all’avanguardia, la capacità di sollevare fino a 8 tonnellate e il Pick&Carry massimo di 2000 chili. Ma sotto la carrozzeria gialla di questa mini gru si nascondono equipaggiamenti e caratteristiche uniche che la rendono una macchina esclusiva, per uso militare, progettata per essere aviotrasportata e persino paracadutata.

Una gru unica al mondo

L’ufficio tecnico Jekko, in collaborazione con il suo rivenditore belga Rentalift e l’aeronautica militare dell’Armata Belga, negli ultimi due anni ha messo a punto la prima e unica mini gru al mondo adatta all’aviotrasporto. L’elemento principale che caratterizza questa gru è il telaio rinforzato, che rispetta tutte le normative STANAG e la rende idonea al servizio militare. La struttura presenta diversi punti di ancoraggio, in modo da poterla assicurare in maniera efficace all’aereo o al paracadute, se necessario.

Questa SPX1280 è inoltre dotata di un anemometro, per tenere monitorate le condizioni del vento in fase di lavoro, un kit di avviamento a bassa temperatura e un filtro per lavorare in ambienti polverosi o sabbiosi. Rentalift si è inoltre posta come intermediario tra le due parti, Jekko e l’Armata Belga, in modo da fornire una rapida risposta alle richieste dell’esercito e far si che le scadenze venissero rispettate. Grazie alle sue uniche caratteristiche, questa gru viaggerà e lavorerà ovunque nel mondo, affrontando il freddo polare, il caldo dei deserti e le piogge torrenziali.

Il commento

Siamo emozionati dal lancio di questa nuova gru militare fermata Jekko” commenta Davy Bintein, responsabile commerciale Rentalift. “L’Armata Belga ci ha cercati per la prima volta alla fiera MATEXPO 2018. Erano alla ricerca di due gru in grado di volare a bordo di un Airbus A400M e lavorare alla manutenzione dell’aereo stesso. Delle quattro aziende contattate inizialmente, Jekko ha saputo distinguersi per la qualità e la versatilità dei propri prodotti, e per essere l’unico concorrente in grado di completare le gru nei tempi richiesti, vincendo così l’appalto. La SPX1280 classica possedeva già tutte le caratteristiche di cui l’aviazione aveva bisogno: ottimo bilanciamento tra dimensioni e capacità di sollevamento, la funzione Pick&Carry, la stabilizzazione automatica, le manovre totalmente radiocomandate e la possibilità di personalizzare la macchina con ulteriori accessori. Inoltre questa gru Jekko possiede una naturale robustezza e un’affidabile stabilità. Il risultato delle ulteriori implementazioni la rendono un modello tecnologicamente avanzato, appositamente pensato per le operazioni speciali
Jekko, già presente con le sue gru nel settore militare, è un punto di riferimento nell’ambito delle nuove tecnologie di sollevamento e un collaboratore affidabile, capace di offrire soluzioni personalizzate per rendere possibile ogni tipo di movimentazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here