Tecnologie innovative

Sostenibilità e innovazione secondo Scania

Durante la 24° edizione di Ecomondo, conclusasi a Rimini il 29 ottobre scorso, Scania ha presentato parecchie piattaforme in grado di dare una risposta reale alle esigenze del trasporto, tra cui: un autotelaio elettrico 25 P B6X2*4NB con applicazione a temperatura controllata; un autotelaio ibrido P360 B6X2*4NB; un trattore stradale CNG R 410 A4X2NZ con capacità serbatoi massimizzata; e una spazzatrice stradale P 220 B4X2NZ. Inoltre, al fine di testare una mobilità a prova di futuro, due veicoli elettrici (autotelaio elettrico 25 L B4X2NB e 25 P B4X2NB con applicazione a temperatura controllata) sono stati messi a disposizione per i test drive nell’area esterna dell’impianto fieristico.

Le soluzioni di oggi per il domani

Due importanti eventi organizzati da Scania hanno contribuito ad animare le giornate di Ecomondo: l’evento “Power Solutions” e il convegno “Il domani, oggi”.

Durante l’evento “Power Solutions” è stata presentata la prima soluzione ibrida integrata che Scania propone al mercato delle applicazioni industriali e marine, costituita da motore endotermico, motore elettrico e pacco batterie. Sono stati anche presentati i risultati sui volumi di vendita, in crescita ininterrotta dal 2015.

Il convegno “Il domani, oggi” è stato moderato da Massimo Marciani, Presidente del Freight Leaders Council. Durante questo evento totalmente dedicato a tutti i partner di Scania, sono intervenuti i protagonisti del mondo del trasporto dell’oggi e del domani che hanno condiviso le esperienze e le novità del settore con la consapevolezza di avere una forte responsabilità nei confronti dell’ambiente e della società, in particolar modo in processi di decarbonizzazione e di digitalizzazione.

Le opportunità

Il nostro obiettivo è quello di avere una filiera controllata e di conoscere profondamente gli operatori con i quali lavoriamo al fine di ridurre il rischio di impresa della nostra azienda e di aiutare tutti i nostri collaboratori ad alzare il loro livello qualitativo attraverso azioni correttive dei propri asset”, ha commentato Alessandro Ferri, Responsabile dei Trasporti Primari Industriali di una importante multinazionale Italiana del Cioccolato e Presidente del TCR. “Per questo abbiamo collaborato con una serie di altri committenti per la creazione di un modello di controllo della filiera del trasporto, il TCR: un osservatorio di eticità che misura le attività di un trasportatore e che ha l’obiettivo di migliorare la consapevolezza dei committenti nelle proprie aree tipiche di lavoro. Non si può infatti operare in totale sicurezza e serenità con operatori sconosciuti solamente perché offrono tariffe particolarmente concorrenziali e aggressive”.

Durante il secondo panel, invece, sono state condivise le esperienze di S.E.S.A. e del CIB in relazione alla situazione attuale di produzione di biometano in Italia e dei possibili sviluppi nell’adozione di questo carburante.

Abbiamo presentato il primo studio well-to-wheel sul biometano liquefatto che è stato commissionato al Consiglio Nazionale delle Ricerche”, afferma Lorenzo Maggioni Direttore R&D (Consorzio Italiano Biogas). “In questo studio, le diverse tipologie di produzione del biometano liquefatto sono state messe a confronto in nove diversi scenari e diversi tipi di alimentazione. Sono emerse due considerazioni a seguito del confronto del diesel (miscelato al biodiesel) al metano liquefatto di origine fossile: nel peggiore scenario (ovvero nel caso di utilizzo prevalente di colture energetiche di secondo raccolto classificate come sottoprodotto) il risparmio rispetto al diesel è dell’87%; nel migliore scenario, invece, ovvero con metano liquefatto 100% reflui zootecnici e recuperando tutta la CO2 si risparmia il 120% di CO2”.

E l’elettrico?

Il convegno si è concluso con l’ultimo e terzo panel intorno alla tematica dell’elettrificazione dei mezzi. Questo panel ha rivolto la sua attenzione ai mezzi elettrici già operativi nelle attività sul campo nonché al concetto di sostenibilità declinata all’interno dei processi e degli asset aziendali.

La sostenibilità per noi è un driver che influenza le nostre scelte aziendali, soprattutto ora nel periodo post Covid. La convinzione in questo senso, è ancora più accentuata ora che stiamo contribuendo con un modello di business sempre più sostenibile”, ha affermato Luca Ros, Direttore Logistica LIDL Italia, riferendosi al secondo BEV Scania scelto per la distribuzione insieme a LC3. “Il nostro motto ‘sulla via del domani’ è emblematico: vogliamo evidenziare la nostra determinazione nel creare una strategia di sostenibilità concreta, lungimirante e condivisa da tutti i nostri partner” Il percorso alla sostenibilità, quindi, non è un’opzione ma un impegno che tutta la filiera deve abbracciare.

L’innovazione e l’efficienza del BEV di Scania è stata confermata non solo dai partner ma anche dalla vittoria del premio Sustainable Truck of the Year 2022 ricevuto per la categoria Distribution.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here