Compattazione leggera

Rullo e piastre Weber MT: le novità

Due attrezzature Weber MT ad alta tecnologia: il nuovo rullo vibrante articolato radiocomandato MC 85 e le piastre VPR per la compattazione di lastre e masselli.

La macchina giusta al momento giusto. Partendo da questo presupposto, Weber MT da sempre realizza attrezzature specifiche in grado di fare la differenza nei cantieri più complessi, o più semplicemente, di risolvere i problemi più comuni che si presentano a livello di compattazione e di posa. Due esempi tipici sono il nuovo rullo MC 85 e le piastre della serie VPR, macchine particolari che portano a termine il lavoro dove le attrezzature tradizionali non riescono, oppure fanno molta fatica.

Il rullo vibrante radiocomandato MC 85

Se il problema è costituito da terreni argillosi e ad alto contenuto di umidità, la soluzione si chiama MC 85, il nuovo rullo articolato e radiocomandato di Weber MT che dà il meglio di sé dove i compattatori convenzionali fanno fatica, cioè i terreni coesivi, i più difficili da compattare. In queste condizioni il nuovo rullo Weber MT tira fuori tutta la sua grinta. La combinazione tra una forza centrifuga sorprendente e l’aderenza dei rulli tacchettati permette al nuovo MC 85 di compattare anche i terreni più fradici. La nuova macchina, che è a disposizione del mercato italiano grazie a A.L.Consulting di Alberto Lovo, è quindi ideale per la preparazione dei sottofondi, nelle trincee, nei canali fognari e di tubazioni.

Tante le peculiarità tecniche degne di nota, a partire dall’idrosterzo articolato che garantisce una trazione eccellente senza che i rulli affondino nel fango. Per la massima agilità operativa il rullo è equipaggiato con un radiocomando decisamente intuitivo, che funge anche da strumento di diagnostica dei parametri del motore (temperatura, pressione olio, sporcizia del filtro dell’aria) e da conta-ore. Il ricevitore sulla macchina è inoltre dotato di una propria batteria, che si auto-ricarica durante il normale svolgimento del lavoro, evitando ogni interruzione i durante le operazioni di compattazione. Il motore è un’unità Kubota da 17 kW, alimentata a gasolio, conforme alle direttive Stage V e TIER 4f, il cui consumo di carburante è davvero contenuto, anche grazie alla modalità “ECO”, che permette al motore di spegnersi automaticamente quando non si sta utilizzando la macchina. In classico stile Weber MT, che ha abituato gli utilizzatori e le imprese a macchine estremamente longeve e sicure, il nuovo MC 85 è un rullo molto robusto: l’interno dei tamburi è perfettamente impermeabile, mentre tutti i tubi idraulici sono protetti per evitare il contatto con corpi esterni. Grazie ai due eccentrici a bagno d’olio la manutenzione è semplice e immediata, mentre la robusta protezione del motore può essere aperta con facilità per tutte le attività di ispezione e manutenzione, oppure chiusa a chiave per ragioni di sicurezza.

L’operatore può scegliere tra due modalità di compattazione (36 e 73 kN) e due velocità di lavoro. La vibrazione è opzionale ed è possibile impostare la macchina in modalità “automatica”, soluzione che lascia all’operatore esclusivamente il compito di guidare il rullo.

Le piastre VPR

Con le piastre vibranti della serie VPR (VPR 450 e VPR 700) entriamo nell’ennesima nicchia di mercato, cioè la compattazione di lastre e masselli. Presente da qualche tempo all’interno dell’offerta di A.L.Consulting, si tratta di un’attrezzatura che sta progressivamente raccogliendo consensi positivi in Italia, nonostante l’inveterata abitudine italiana di rimanere ancorati a vecchie e superate lavorazioni che, anche per questi lavori delicati, preferiscono affidarsi a metodi di lavoro poco efficienti dal punto di vista dei tempi e dei costi.

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a due attrezzature in grado di risolvere molti problemi, di eliminare la fatica fisica (evidente nella compattazione manuale) e di far risparmiare tantissimo tempo rispetto alla compattazione convenzionale.

Nello specifico, il modello di maggiori dimensioni (VPR 700) è perfetta per le lastre più larghe, mentre la piccola VPR 450 è ideale per i masselli di minori dimensioni e per il porfido, così presente in moltissimi centri urbani su tutta la nostra penisola. Inoltre, data la specificità di utilizzo, le VPR sono attrezzature perfette per l’attività di noleggio, in quanto vanno a coprire una nicchia di mercato che difficilmente può costituire il core business di un’impresa, che ne avrà quindi una necessità a spot. Assolutamente consigliate dai produttori di lastre e masselli, le VPR consentono di agire in modo molto delicato distribuendo uniformemente il peso lungo i rulli in poliuretano. Allo stesso tempo assicurano una compattazione omogenea dei masselli, prevenendone il dislocamento, lo scheggiamento e la crepatura. Notevole l’efficienza delle VPR nella vibrazione della sabbia tra le giunture. le macchine sono distribuite in Italia da  A.L. Consulting. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here