Compattazione

Piastra e rullo Weber: accoppiata vincente

La combinazione piastra reversibile Weber CR6 e rullo vibrante Weber DVH assicura una compattazione profonda, efficace e un’asfaltatura perfetta. 

Una compattazione perfetta non dipende esclusivamente dal peso della macchina utilizzata, ma entrano in gioco altri fattori tecnologici, tra i quali spicca la forza centrifuga. Quest’ultima opera sui corpi in movimento ed è caratterizzata dallo spostamento di un corpo lontano dal centro. Nelle piastre di compattazione lo spostamento avviene per effetto di corpi eccentrici in acciaio particolarmente pesanti, messi in movimento da un albero rotante comandato da un motore, e va a determinare l’intensità della vibrazione. Le piastre vibranti sono concepite per compattazioni profonde ed efficaci in spazi ridotti, cosa non realizzabile con i grandi rulli stradali monotamburo.

La piastra Weber CR6

In un contesto di scelta della macchina più corretta nell’esecuzione di ogni lavoro, spicca la Weber CR6 che, a fronte di un peso contenuto di 412-418 kg, sviluppa una forza centrifuga di 55 kN, per una profondità di compattazione di circa 60-70 cm su un terreno misto. In pratica il doppio rispetto a un classico rullo da asfalto da 15/18 q, il cui sistema eccentrico sviluppa normalmente 17/19 kN di forza centrifuga che, assieme al peso della macchina, raggiunge i 32/35 kN, per una profondità di compattazione di 30-35 cm sullo stesso tipo di terreno. Inoltre le ridotte dimensioni della CR6 la rendono perfetta per operare negli spazi ridotti quali fosse e trincee. La capacità di compattazione e la maneggevolezza si sommano infine a minori oneri di manutenzione, a una più facile movimentazione e trasportabilità e a un costo d’acquisto decisamente inferiore.

La piastra bidirezionale Weber CR6 ha una larghezza standard di 60 cm ed è alimentata da un motore diesel Hatz da 7,5 kW equipaggiato con uno speciale sistema antirumore che riduce drasticamente le emissioni acustiche. Un robusto telaio con copertura del motore offre la massima protezione, mentre pratici sportelli per la manutenzione consentono un facile accesso all’unità Hatz. La CR 6 prevede piastra base autopulente, protezione chiusa della cinghia e frizione centrifuga autoregolante. La macchina, che salvaguarda l’operatore con ridotte vibrazioni braccio-mano, viene fornita di serie con una coppia di allargatori che possono essere rimossi, permettendo di ridurre la larghezza di lavoro a 45 cm. Da citare anche gli accessori opzionali come la lastra in vulcolan per le pavimentazioni autobloccanti e la coppia di allargatori per raggiungere i 70 cm.

Il nuovo Compatrol 2.0

Per chi vuole ancora più tecnologia, largo al nuovo Compatrol 2.0. Con questo sistema Weber ha migliorato le prestazioni del suo dispositivo di controllo della compattazione, aggiungendo al conosciuto CCD un innovativo sistema di monitoraggio dei componenti della macchina e del motore (MDM). Il funzionamento del Compatrol è molto semplice: la piastra è dotata di un sensore che misura le variazioni delle vibrazioni durante la compattazione, analizzando i risultati per codificare il livello di compattezza del terreno. Il risultato viene visualizzato in tempo reale sulla scala LED del display e quando, durante il passaggio, nessun nuovo diodo si illumina, significa che è stato raggiunto il livello massimo della compattazione.

Il rullo tandem DVH

Il rullo vibrante DVH – offerto in due versioni, DVH 600 e DVH 655 E – assicura la più elevata versatilità in cantiere ed è il compagno ideale di lavoro della piastra reversibile CR6: la prima compatta il terreno prima della stesa dell’asfalto, il rullo porta a termine il lavoro. Inoltre, l’acquisto delle due macchine rimane al di sotto del costo di un singolo rullo tradizionale, pur assicurando una compattazione più profonda, la medesima finitura superficiale e una manovrabilità senza paragoni. Perfetti anche per la compattazione di marciapiedi o piste ciclabili, i rulli Weber offrono la possibilità di attivare/disattivare la vibrazione durante il lavoro, presentano la guida idrostatica e la marcia avanti e indietro.

Il modello DVH 600 si caratterizza per un peso di 420 kK, una larghezza di lavoro di 65 cm e una forza centrifuga di 10 kN. Il motore è un’unità Lombardini alimentata a gasolio.

Si sale decisamente di categoria con la versione Weber DVH 655 E che, alimentata da un motore diesel Lombardini, ha un peso di 732 kg, una larghezza di lavoro di 65 cm e mette a disposizione una forza centrifuga di ben 21 kN.

Come accade per tutte le attrezzature Weber, anche per la piastra reversibile CR6 e i rulli DVH, il punto di riferimento in Italia è A.L. Consulting che mette a disposizione del mercato non solo una grandissima esperienza, ma anche numerose macchine per effettuare test comparativi e poter comprendere, direttamente sul campo, i vantaggi offerti dalle attrezzature prodotte da Weber.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here