Elettrificazione

Novità d’oltremanica. JCB scommette sul full electric

JCB ha lanciato nuovi modelli “full electric” che dimostrano la costante propensione all’innovazione dell’azienda dimostrata costantemente nei sui 75 anni di attività.

JCB è oggi leader di mercato nello sviluppo dell’innovativa gamma di macchine operatrici elettriche E-Tech. L’azienda ha lanciato il già popolare miniescavatore 19C-1E full electric  e il sollevatore telescopico elettrico 30-19E  Teletruk. Propone inoltre un’ampia gamma di piattaforme aeree elettriche, e con la divisione Power Products ha lanciato una linea di powerpack elettrici per garantire la ricarica delle macchine elettriche anche nelle applicazioni off-grid.

Sono quindi tantissimi i prodotti elettrici su cui il costruttore britannico punta e ad essi dedicheremo un ampio spazio sul prossimo numero della rivista Macchine Edili. Iniziamo qui ad anticipare le caratteristiche di una gamma che fa di produttività e ambiente un binomio inscindibile e che è destinata a portare un cambio di paradigma nell’operatività e nella gestione del cantiere.

Un dumper tutto elettrico

Progettato per operare in interni, in galleria e in aree sensibili alle emissioni, il dumper elettrico 1TE è un partner ideale per il mini escavatore elettrico JCB 19C-1E.

Si tratta di una macchina compatta e durevole dotata di cassone interamente in acciaio e telaio articolato heavy duty. La macchina sostituisce i motori ruota singoli del modello idrostatico 1T-2 con un albero di trasmissione convenzionale e una scatola di rinvio che forniscono una trazione integrale permanente. Un motore idraulico da 7 kW aziona la scatola di rinvio mentre una seconda pompa idraulica viene utilizzata per alimentare il circuito idraulico standard della macchina, lo sterzo e il ribaltamento del cassone.

L’alimentazione è fornita da due batterie agli ioni di litio da 5 kWh, con un’autonomia in grado di coprire un intero turno di lavoro nell’utilizzo standard. Le batterie possono essere ricaricate tramite la rete elettrica convenzionale presente in sito a 110V o 230V. Il caricatore universale JCB opzionale, inoltre, consente di caricare rapidamente le batterie e prolungare l’autonomia della macchina.

La macchina offre un carico utile massimo di 1.000 kg e un’altezza massima di carico di 2.392 mm.

Anche il Dumpster si elettrizza

JCB lancia anche la versione elettrica del popolare  minidumper cingolato HTD-5 Dumpster, che andrà ad ampliare l’innovativa gamma di macchine full electric E-Tech. L’alimentazione elettrica lo rende idoneo ad applicazioni in abito urbano e in interni, che richiedono bassi livelli di rumorosità e zero emissioni allo scarico.

La macchina è inoltre disponibile in via opzionale con la nuova postazione operatore SmartStep per una maggiore versatilità, sicurezza e comfort.  SmartStep interrompe l’azionamento dei cingoli quando l’operatore scende dal gradino a macchina in movimento, mantenendo invece attiva l’alimentazione di idraulica e ribaltamento del cassone. Quando lo SmartStep viene ripiegato tutte le funzionalità sono attive e l’operatore può seguire la macchina da terra.

L’E-Dumpster è alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio da 48V che può essere ricaricato utilizzando l’alimentazione elettrica di rete a 240V o 110V. Il tempo massimo di ricarica è di sole due ore, caratteristica che ne rende possibile la ricarica nelle pause di lavoro o durante le ore notturne.

Il Loadall diventa full electric

JCB ha lanciato anche il primo Loadall elettrico proseguendo a pieno ritmo l’ampliamento della gamma di macchine a zero emissioni E-TECH.

Dopo avere dato vita 43 anni or sono al concetto di sollevatore telescopico JCB alza oggi il sipario sul 525-60E, la prima versione full electric del popolare Loadall. Progettato per offrire le stesse prestazioni del modello ad alimentazione diesel tradizionale, il 525-60E offre una soluzione a zero emissioni per la movimentazione dei carichi nei settori costruzioni, industriale e agricolo.

Le caratteristiche principali del nuovo Loadall includono:

  • Doppi motori elettrici di traslazione e sollevamento per una maggiore efficienza
  • Frenata a recupero di energia per integrare la carica della batteria
  • Idraulica rigenerativa per un miglioramento dell’efficienza operativa
  • Autonomia garantita per un turno di lavoro completo
  • Ampia gamma di opzioni di ricarica, fra cui caricatore a bordo e a ricarica rapida

La macchina utilizza lo stesso caricabatterie di bordo delle altre macchine della gamma JCB E-TEC, in grado di ricaricare la batteria in 8 ore utilizzando l’alimentazione elettrica standard da 240V – 16A. Un caricatore universale JCB opzionale può essere utilizzato per la ricarica rapida durante le pause in soli 35 minuti.

Un ulteriore vantaggio dell’alimentazione elettrica è una significativa riduzione dei livelli di emissioni acustiche, caratteristica che rende il Loadall idoneo all’utilizzo prolungato in aree urbane sensibili. Il 525-60E presenta un livello di rumore in cabina di soli 66,7 dB, mentre il livello esterno è di 92.2dB. Per preservare l’incolumità degli operatori in cantiere durante le manovre della macchina è disponibile in via opzionale un avvisatore acustico di retromarcia.

Un mini per tutte le stagioni

Il 19C-1E monterà una cabina completamente vetrata, una prima assoluta per il segmento dei miniescavatori elettrici. Questa novità aumenterà la sua attrattiva nei paesi con un clima freddo e umido. La macchina utilizzerà la stessa spaziosa cabina dei modelli JCB convenzionali da 1-2 tonnellate e sarà dotata di riscaldamento elettrico per disappannare i vetri  e riscaldare il posto di guida.

Caratterizzata da ampie vetrature, la cabina ROPS/FOPS adotta vetri piatti laminati di facile sostituzione. Il parabrezza anteriore è diviso in due zone dotate di giunti trasparenti che coprono rispettivamente il 70 e il 30% della superficie e offrono una visuale ottimale dell’area di scavo. La cabina JCB offre una visibilità ottimale anche intorno alla macchina, senza necessità di utilizzare specchi retrovisori per soddisfare gli standard di sicurezza UE. La cabina adotta le stesse luci di lavoro a LED e i tergicristalli dei modelli diesel, rendendo più facile il lavoro in condizioni di scarsa visibilità o durante le ore notturne.

L’utilizzo della macchina con il riscaldatore elettrico acceso non ha alcun impatto sulle prestazioni di scavo e trazione della macchina, ma soprattutto la grande capacità della batteria consente di coprire un interno turno di lavoro giornaliero.

Un powerpack pulito

JCB ha lanciato una gamma di power pack a supporto della propria linea di macchine full electric, offrendo in questo modo una soluzione elettrica di backup a zero emissioni per i cantieri urbani e quelli non raggiunti dalla rete elettrica.

I power pack offrono:

  • Ricarica elettrica a zero emissioni per le macchine e alimentazione di back-up
  • Quattro o otto batterie con capacità di 23 o 46 kWhr
  • Erogazione monofase da 8kW / 10kVA
  • Robusto telaio impilabile da 1 metro cubo dotato di tasche per forche per facilitarne la movimentazione

La gamma di power pack JCB sarà disponibile in varianti da quattro o otto batterie agli ioni di litio senza manutenzione. Non è necessario alcun controllo quotidiano, caratteristica che li rende ideali per società di noleggio e imprese. Il livello di scarica delle batterie è ottimizzato per prolungarne la vita utile, e anche dopo 2.000 cicli di carica e scarica completi (equivalenti a oltre dieci anni di utilizzo) garantiscono ancora oltre l’85% di capacità residua.

Inoltre JCB ha sviluppato un nuovo caricatore universale rapido, compatibile con i modelli elettrici E-Tech attuali e futuri. Adatto a macchine con impianto elettrico da 48V a 96V e oltre, il JCB Universal Charger offre ai clienti una soluzione di ricarica rapida autonoma a prova di futuro in grado di prolungare l’autonomia di lavoro di macchine elettriche per il cantiere e l’industria.

Tutte le macchine JCB E-Tech sono fornite in allestimento di fabbrica con un caricabatterie integrato di serie e una predisposizione per caricabatterie rapido, che permette di collegare con la massima semplicità il caricatore universale JCB per aumentare rapidamente le prestazioni della batteria durante il ciclo di lavoro. Il caricabatterie, disponibile presso i dealer JCB e JCB Parts, può essere facilmente trasportato in sito e collocato in base alle necessità.

Il caricatore universale  è in grado di ricaricare il miniescavatore elettrico 19C-1E da zero alla massima capacità in sole 2,5 ore, e può essere utilizzato per ricaricare le macchine durante le pause pranzo o quando non sono utilizzate.

Il JCB Universal Charger richiede una connessione elettrica standard trifase da 415V e viene fornito sia con connettori a quattro che a cinque pin per adattarsi alle forniture elettriche di tutta Europa. Verrà inoltre distribuito anche nel mercato nordamericano e nel resto del mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here