Strategie & Prodotti

Mini: ecco tutte le strategie di Bobcat

Robert Husàr

Nel corso degli incontri propedeutici al prossimo Samoter (Verona, 21-25 marzo 2020), abbiamo incontrato Robert Husàr, Bobcat Product Manager per i mini escavatori. E gli abbiamo chiesto quali sono le strategie del marchio della Lince per promuovere questa tipologia di macchina, che peraltro gode di una sempreverde popolarità, nel nostro mercato.

Una piattaforma comune

Stiamo continuando a portare avanti una strategia che si è rivelata vincente: progettare e sviluppare la linea dei mini escavatori secondo le esigenze specifiche del mercato italiano. Il nostro approccio è quello di utilizzare una piattaforma comune attraverso la quale sviluppare  i vari prodotti. Si tratta di un importante lavoro di squadra, che prevede una stretta collaborazione tra gli ingegneri e gli specialisti di prodotto che lavorano negli States e quelli europei, in modo che si incrocino le competenze tecniche  e siano chiare le esigenze specifiche dei  rispettivi mercati che hanno, ovviamente, peculiarità diverse. Le due aree geografiche,  quella europea e quella americana  mettono a punto congiuntamente prodotti che rispondono  esattamente alle esigenze dei singoli mercati. E questo ci consente una grande flessibilità e versatilità progettuale”.

Uno scambio di competenze

I due team si scambiano quindi le differenti competenze tecnologiche in una proficua  condivisione di cultura tecnica che utilizza una medesima filosofia di progettazione  e si declina però su bisogni e priorità differenti che appartengono alle esigenze applicative e di mercato delle rispettive aree geografiche.

Robert Husàr (a sx) e Luca Bonadiman mentre ricevono il Samoter Innovation Award per l’A-SAC 5

La collaborazione tra il team europeo e quello statunitense ha tra l’altro consentito la creazione dell’A-SAC 5, premiato con il Samoter Innovation Award.

Il sistema A-SAC – Advanced Selectable Auxiliary Control (comando ausiliario selezionabile avanzato) migliora le funzionalità del SAC  (introdotto nel 2018) permettendo anche di regolare la velocità di ogni funzione per adattarle a particolari lavori o ai propri livelli di capacità. L’operatore può salvare fino a sette differenti combinazioni di configurazione della velocità per applicazioni diverse aumentando la precisione nell’utilizzo di specifici accessori.

Il sistema A-SAC sarà disponibile come optional sugli escavatori Bobcat serie R.

Aggiungo che per noi è altrettanto importante la collaborazione costante che abbiamo con la rete distributiva dei due mercati. Perché è anche attraverso il loro feedback con i nostri dealer  (e di riflesso con i nostri clienti ) che il nostro team di progettazione è in grado di costruire prodotti su misura”.

Un futuro elettrizzante?

Lo proveremo al Samoter

E il mini elettrico? Quale accoglienza si aspetta Bobcat dal mercato italiano per questa tipologia di prodotto?

I nostri escavatori elettrici sono già venduti e utilizzati in mercati più sensibili all’utilizzo delle energie alternative, come Svezia e Norvegia. Il mini elettrico è un progetto indubbiamente molto interessante, le normative stanno spingendo in questa direzione“.  Ma il mercato italiano è pronto ad accettare queste innovazioni? “Ci sono secondo me due aspetti da tenere presenti. Il primo è costituito dalle esigenze specifiche degli utilizzatori, che abbiano per esempio la necessità di utilizzare macchine elettriche in cantieri indoor in cui il diesel è bandito. Il secondo fattore che potrebbe favorire la diffusione delle macchine elettriche riguarda le municipalità e le restrizioni che localmente vengono applicate in cantieri in cui emissioni e rumore devono essere sotto controllo. Questi due elementi possono indubbiamente favorire l’introduzione (e il successo) dei mini elettrici anche nel mercato italiano”.

Un mercato che, come ha spiegato Luca Bonadiman, District Manager Bobcat per Italia, Israele e Cipro, ha dimostrato parecchia curiosità, specialmente nel nord del Paese dove sembra che soprattutto i noleggiatori, siano più propensi a cogliere (e sfruttare) le innovazioni e i vantaggi  che queste macchine possono offrire.

La demo area che verrà allestita nel corso di Samoter sarà l’occasione buona per vedere e provare sul campo l’E10e.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here