Iniziative

Michelin dà il via a #madetolast

Cioè “Fatto per durare”. Una nuova sfida di Michelin che di fatto è una vera e propria filosofia di vita, centrata sulle performance che durano nel tempo. Che evitano inutili sprechi. Che perpetuano negli anni un valore che continua a essere attuale. Le caratteristiche di qualità e di durata sono aspetti decisivi di tutto ciò che ognuno di noi considera importante, su cui vale la pena contare in campo personale, ambientale, economico e sociale. Ed è su questo concetto che si basa la nuova sfida di Michelin

Una sfida in due tempi

La sfida #madetolast, ovvero Fatto Per Durare, si declina in due diverse attività, una web-social e l’altra accademica.

Si parte il 31 maggio (fino al 30 giugno) con #madetolast, il concorso social che invita il pubblico dai 18 ai 45 anni a esprimersi su ciò che ha davvero valore nel tempo e a diventare così protagonista della campagna a favore del “made to last – fatto per durare”.  Partecipare è facile: basta iscriversi al sito www.livethemotion.it per giocare all’Instant Win e/o prendere parte al divertente concorso fotografico (ogni concorrente può cimentarsi in una o in tutte e due le prove). L’Instant Win consiste nel rispondere con un click a una semplice domanda su temi che spaziano dall’ambiente alla sicurezza, fino all’economia. Le foto devono essere caricate direttamente sul sito dal 31 maggio al 30 giugno e postate sui propri canali social, Instagram e Facebook, con l’hashtag #madetolast. In questo modo i partecipanti diverranno dei veri e propri testimonial social della campagna #madetolast.

E in autunno…

In autunno la sfida si sposterà nelle università. Made to last infatti mobilita anche gli studenti di tutte le facoltà dell’Università̀ Federico II di Napoli e dell’Alma Mater Studiorum Università̀ di Bologna. E li invita a sviluppare, nell’ottica della strategia aziendale Michelin, idee innovative, e/o studi originali basati sui principi di “prestazione a lunga durata” e quindi sulla strategia Long Lasting Performance che ha effetti positivi sulla sostenibilità dal punto di vista tecnico, economico, ambientale e sociale.

La gara prevede una prima selezione che si svolgerà all’interno di ciascun ateneo (semifinale), in cui verranno scelti i team che andranno in finale. I due primi classificati di ciascun ateneo svilupperanno la loro idea in un evento finale aperto al pubblico in cui presenteranno i propri progetti in un tempo massimo di 5 minuti (nella modalità del pitch event).

I vincitori del pitch event riceveranno il Premio Michelin, che contribuirà a finanziare il loro percorso di studi.

I premi in palio

Instant Win. I vincitori dell’Instant Win verranno premiati istantaneamente con un voucher per ricevere gratuitamente un paio di scarpe Lite Train K Salewa, dall’esclusivo design ispirato ai pneumatici da mountain bike, con suole tecniche sviluppate in esclusiva da Michelin technical Soles e progettate per lo speed hiking e gli allenamenti in montagna.

Concorso fotografico. Le quattro foto più belle verranno premiate con un viaggio di tre notti per due persone, a scelta tra Berlino, Barcellona e Lisbona e un paio di scarpe Lite Train K Salewa. Il pacchetto-premio comprende il volo di andata e ritorno, il transfer dall’aeroporto all’hotel e viceversa, oltre al pernottamento in un hotel a quattro stelle con prima colazione inclusa.

La filosofia Long Lasting Performance

Marco Do, Direttore Comunicazione Michelin Italia ha illustrato l’iniziativa

Se le prestazioni e la sicurezza dei miei pneumatici su asfalto bagnato vengono misurate solo quando questi sono nuovi, ma il livello di queste performance comincia a degradarsi non appena inizio ad utilizzarli, in che modo posso sapere se sto viaggiando ancora in sicurezza? Oggi non possiamo saperlo“, ha affermato Marco Do, Direttore Comunicazione Michelin Italia.

Per rispondere a questa domanda è necessario testare le prestazioni quando i pneumatici sono usurati e prossimi all’indicatore legale di usura posto a 1,6 mm. E fissare un livello minimo di performance in questa condizione. Questo è il motivo per cui Michelin è favorevole ai test e ai confronti sui pneumatici quando sono usurati fino al limite legale, per stabilire una soglia minima di prestazione su asfalto bagnato dei pneumatici usurati.

La tecnologia rende possibile ottenere alti livelli di performance e grip da pneumatici nuovi, ma anche da pneumatici consumati fino al limite legale di spessore del battistrada.

È anche per questo che Michelin si impegna costantemente nell’innovazione, sviluppando pneumatici che permettano di essere utilizzati il più a lungo possibile, con il massimo livello di sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here