Impianti mobili

L’XPRESS 2500P di Marini

Ad Asphaltica  (22/25 febbraio 2017, Verona)  nell’area esterna adiacente al Pad. 2, dove allo stand B85 Marini presenta la propria offerta globale con un innovativo allestimento multimediale, i visitatori potranno vedere un impianto mobile mod. XPRESS 2500 P, lo stesso che è stato utilizzato per il rifacimento delle piste dell’ aeroporto internazionale di Keflavik, in Islanda.

In un territorio morfologicamente complesso come l’Islanda, in cui gli aggregati come il legante bituminoso sono totalmente importati soprattutto dalla Norvegia, la rete stradale è modellata sulle caratteristiche del territorio: il 60% della rete esistente non è pavimentata, il 35% è ricoperta con un solo trattamento superficiale e solamente il restante 5% presenta il tradizionale conglomerato bituminoso caldo. In questa realtà opera COLAS, una delle più prestigiose ed esperte aziende al mondo nelle settore delle costruzioni stradali.

Nella seconda metà del 2015, COLAS Danimarca e la sua controllata in Islanda, avviano una analisi tecnica e commerciale sul mercato, volta ad individuare un nuovo impianto destinato inizialmente alla realizzazione di un progetto di riqualificazione ed ampliamento dell’aeroporto di Reykjavík e successivamente da impiegare per altri progetti di costruzione e manutenzione sempre sull’isola.

Esigenze particolari

Ecco le caratteristiche considerate imprescindibili per il futuro impianto:

  • Mobilità su ruote, per un rapido e semplice spostamento sul territorio;
  • Installazione rapida per consentire una veloce rilocazione a costi contenuti, possibilmente senza l’ausilio di attrezzature di sollevamento di grossa taglia, spesso difficili da reperire;
  • Impianto con una capacità produttiva di 200 t/h per evadere la richiesta di materiale destinato alla posa e completamento di lavori anche importanti in tempi ristretti;
  • Silo di deposito per non avere interruzioni nel processo di produzione;
  • Qualità ed affidabilità dell’impianto, per assicurare una continuità produttiva, alla luce della difficoltà reale di poter assistere un impianto in Islanda, dal punto di vista sia del supporto tecnico sia della fornitura dei ricambi necessari.

La scelta per l’impianto mobile Marini, serie XPRESS 2500P, ha risposto appieno alle iniziali aspettative e pure in confronto alla più diretta e qualificata concorrenza, si è dimostrato vincente in tutti i punti di valutazione:

  • Prestazioni 200 ton/h al 5% di umidità del materiale vergine;
  • Tutti i componenti sono trasportabili sui propri assali muniti di ruote, ciascuno dotato di un proprio sistema frenante omologato per la circolazione su strada e trainato semplicemente da una comune motrice.
  • I restanti componenti sono trasportati in un unico container specificamente allestito per alloggiare tutte le parti non integrate nei carrelloni, durante le sole fasi di trasporto.
  • L’impianto è auto-montante grazie ad una centralina idraulica che permette di sollevare il trailer principale nella sua posizione finale di lavoro, mentre un piccolo argano elettrico integrato nel trailer principale, consente il posizionamento del vaglio e dell’elevatore nella loro posizione finale di lavoro.

La macchina è strutturalmente e meccanicamente molto robusta. Particolare cura ed attenzione sono state prestate ai materiali impiegati, specificamente designati a resistere all’usura quali il Marini Endurance piuttosto che il sofisticato elevatore con catena REX. Dal punto di vista elettrico, sistemi di cablaggio come lo SMART WIRING garantiscono un’affidabilità ed una continuità di servizio prolungato nel tempo.

Tutte queste ragioni, sommate ad un prezzo assolutamente concorrenziale, hanno fatto sì che COLAS Danimarca-Islanda tramutassero i pareri favorevoli e il pieno entusiasmo dimostrato durante le fasi negoziali in ordine a Marini.

A maggio 2016 l’impianto viene così ufficialmente consegnato da Marini a COLAS: inizia il lungo viaggio che dagli stabilimenti produttivi di Alfonsine lo porterà a Reykjavík, attraverso un breve tragitto via terra fino al porto di Ravenna, dove sarà caricato a bordo di una nave con destinazione Islanda.

Il primo lavoro effettuato dal nuovo XPRESS 2500P è il rifacimento della nuova pista dell’aeroporto di Reykjavík. Il secondo obiettivo è l’aeroporto di Keflavik per il rifacimento della pista principale e la costruzione di una nuova pista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here