Impianti di miscelazione

LCM 1.0 di Liebherr: per piccoli budget

Con la proposta del suo impianto di miscelazione LCM 1.0 Liebherr viene incontro alla domanda del mercato che richiede impianti più compatti, adatti ad essere facilmente trasportati e accessibili con piccoli investimenti. Una domanda in costante crescita visto che sempre più imprese sono orientate a produrre in proprio il calcestruzzo con impianti di miscelazione compatti. Con focus su bassi costi di approvvigionamento, affidabilità e gestione semplificata delle operazioni. 

I punti di forza dell’LCM 1.0

L’ impianto di miscelazione LCM 1.0 proposto da Liebherr, non solo è economicamente sostenibile, ma estremamente maneggevole durante il trasporto e l’installazione e facile da gestire. Oltre all’uso stazionario, i sottoassemblaggi preassemblati e le fondazioni in acciaio lo rendono adatto a un un uso mobile, per esempio nei cantieri, essendo facilissimo da spostare.  Il funzionamento dell’impianto è facile grazie ad un sistema di controllo intuitivo attuabile da un computer portatile. Le piattaforme sono spaziose e garantiscono un’accessibilità ottimale che agevola le manutenzioni e le operazioni di pulizia.  Il collaudato sistema di miscelazione ad anello Liebherr garantisce una produzione fino a 60  di calcestruzzo fresco. Sono disponibili vari silos per aggregati con un volume di stoccaggio da 40 a 100 m³. L’impianto può essere dotato di un massimo di 3 silos di cemento (100 tonnellate ciascuno). È possibile ordinare  parecchie attrezzature opzionali come per esempio il misuratore di umidità. Il design robusto e completamente galvanizzato dell’impianto garantisce una lunga durata. Anche con questo impianto di miscelazione più piccolo, il cliente beneficia della consueta qualità garantita da Liebherr.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here