Lanci

Lancio on line per sollevatori e pale Bobcat

D’accordo,vedere le macchine in un vero walk around, provarle in un vero testing ground, fare le domande in una vera conferenza stampa….dà un’altra emozione.

Ma anche nell’on line streaming event organizzato da Bobcat con diretta da Praga e Pontchâteau (Francia) abbiamo avuto la possibilità di conoscere i nuovi sollevatori telescopici e le nuove pale compatte cingolate Stage V. Che ora grazie ai video che abbiamo inserito in questo post anche i nostri lettori possono apprezzare. Proprio come se fossero lì.

La diretta Bobcat da studio in streaming

E di porre ai vari responsabili di prodotto le nostre domande. E l’evento, ottimamente riuscito, è stato quindi un surrogato di ottima fattura della realtà che  ci ha consentito di recepire gli aggiornamenti che il marchio della Lince introdurrà a brevissimo sul mercato.

Iniziamo dalle pale

Il lancio delle nuove pale compatte cingolate Stage V T450 e T590 segue il recente lancio delle pale compatte gommate Stage V S450, S510 e S530 della serie M.  Queste pale della serie M sono tra i primi modelli nella gamma di macchine compatte Bobcat in Europa ad avere il nuovo look dell’azienda, che prevede, per la prima volta, etichette adesive tridimensionali.

Come per i modelli S450, S510 e S530, l’abile lavoro di progettazione dei nostri ingegneri ha fatto in modo che, anche con il nuovo motore Stage V montato, le nuove versioni delle pale compatte cingolate T450 e T590 mantenessero le stesse dimensioni ridotte e lo stesso profilo del braccio di sollevamento. Il risultato? Modelli leggeri e compatti che possono lavorare e spostarsi in spazi angusti ed essere trasportati facilmente“, afferma Jiri Karmazin, Product Manager Loaders presso Doosan Bobcat.

Grazie al nuovo motore Bobcat Stage V, sono stati ridotti notevolmente sia livello di rumorosità che le vibrazioni, offrendo un maggiore comfort dell’operatore. Il primo intervallo di cambio per l’olio motore è stato esteso a 500 ore e, grazie al migliore filtraggio del carburante, le sostituzioni del filtro sono meno frequenti e i costi operativi ridotti. Inoltre, la nuova tecnologia di post-trattamento con filtro antiparticolato, agisce automaticamente durante il normale funzionamento della macchina, senza alcun intervento da parte dell’operatore.

Il modello T450 sarà disponibile a ottobre 2020, mentre il T590  sarà sul mercato dal luglio 2020.

E ora è la volta del sollevatori

I nuovi telescopici Stage V di Bobcat grazie al nuovo sistema di post trattamento con filtro antiparticolato, il nuovo motore D34 Stage V consente di utilizzare i sollevatori telescopici in zone con emissioni di gas di scarico regolamentate. Inoltre, poiché il motore non è dotato di sistema SCR (Selective Catalytic Reduction, riduzione catalitica selettiva), l’AdBlue® non è necessario.

La rigenerazione del filtro antiparticolato viene eseguita automaticamente senza alcun impatto sulle prestazioni della macchine e l’operatore può concentrarsi sul proprio lavoro.

Il motore da 75 CV è usato principalmente dalle società di noleggio e dalle imprese di costruzione nel Regno Unito, in Italia e nel Benelux per il suo prezzo competitivo, la sua semplicità e la sua potenza, che permette di svolgere qualsiasi attività in cantiere“, spiega Quentin D’Hérouël, Product Manager Telehandlers presso Doosan Bobcat.

Ai nuovi sollevatori telescopici con motore da 56 kW (75 CV) seguiranno nel 2021 altri modelli Stage V con motore D34 da 74,5 kW (100 CV) e 97 kW (130 CV). Sarà una nuova generazione di sollevatori telescopici incentrati sull’utente, con un basso costo di possesso“, ha aggiunto Quentin D’Hérouël.

Tutti i sollevatori telescopici Bobcat sono coperti di serie da una garanzia di tre anni/3000 ore, con la possibilità di estendere la copertura a cinque anni/6000 ore. L’intera gamma di sollevatori telescopici Bobcat è progettata e prodotta presso lo stabilimento di Pontchâteau, in Francia.

Il market share detenuto da Bobcat in Italia per i sollevatori telescopici è di tutto rispetto e sta aumentando ancora, sia per il settore construction che per quello agricolo, come ci ha ribadito Quentin D’Hérouë. Con l’aggiunta di questi nuovi modelli che ampliano il portafoglio dell’offerta della Lince il mercato italiano avrà un’ulteriore possibilità di scelta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here