Waste management

JCB: la prima volta in Italia del JS20 MH

 

aperturaGrazie allo sviluppo continuo di prodotti nuovi e specializzati come quelli della gamma JCB Wastemaster e all’attività incessante di concessionari capaci e professionali quale è, per esempio, META, JCB è oggi un partner di eccellenza per un settore in grande espansione come quello della gestione e riciclaggio dei rifiuti, e mette a segno un colpo vincente con la consegna del primo movimentatore JS20 MH sul mercato italiano.

Sono ormai numerose le esperienze maturate da JCB in questo ambito; fra queste, la C.R. di Sannazzaro de’ Burgondi (PV), società attiva nel campo dello stoccaggio e trattamento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, che nelle sue attività mette quotidianamente in campo ormai da alcuni anni un importante parco macchine del costruttore britannico, interamente fornito dal concessionario  META di Codevilla (PV).

testoLa C.R. opera in un sito che si estende per circa 30.000 metri quadrati, dimensioni che ne fanno il quinto impianto privato autorizzato in Lombardia, e provvede al trattamento di tutte le tipologie di rifiuti speciali non pericolosi e pericolosi, che ad oggi rappresentano circa l’85% delle attività. La gestione di così ingenti volumi di materiali comporta naturalmente importanti attività di movimentazione; ed è proprio in tale ambito che la squadra di macchine operatrici JCB al lavoro all’interno dell’impianto, supportate dalla puntuale assistenza fornita da META, fa valere tutte le sue eccellenti doti prestazionali. “Al momento il nostro parco macchine comprende alcuni modelli JCB – spiega Simone Zorzan, Amministratore unico C.R. –. Fra questi, in particolare, gli ultimi ingressi sono un carrello elevatore Teletruk 30D 4×4 dotato di braccio telescopico adibito alle operazioni di carico e scarico, un movimentatore telescopico 550-80 WM e un movimentatore di materiali JS20 MH da 20 tonnellate, anch’esso specificamente dedicato al settore della raccolta e del riciclaggio dei rifiuti, di cui siamo stati il primo acquirente italiano”.

sinistraProprio il movimentatore JS20 MH rappresenta, per le sue particolarità e l’elevato livello di specializzazione, uno dei fiori all’occhiello del parco macchine C.R. “Oltre a una eccellente robustezza, marchio di fabbrica delle macchine JCB – sottolinea Giuseppe Bosco, Direttore impianto C.R. -, a colpirci è stata soprattutto la sensibilità e precisione evidenziate dal JS20 MH nelle operazioni di movimentazione, cosa che permette di gestire queste delicate fasi in modo ottimale e, non ultimo, in assoluta sicurezza. In questa ottica un elemento chiave è rappresentato dalla cabina a sollevamento idraulico, che offre un’eccellente visuale all’operatore anche all’interno di container e semirimorchi, limitando il rischio di danni e errori di carico”.

TeletruckAltrettanto soddisfacenti le performance evidenziate dalle altre due punte di diamante del parco macchine C.R., il movimentatore telescopico 550-80 WM e il carrello elevatore Teletruk.

Date le peculiarità dei cicli di lavoro gestiti all’interno dell’impianto, anche un’assistenza puntuale rappresenta un parametro determinante nella scelta di una macchina. Massima, anche sotto questo aspetto, la soddisfazione per i puntuali servizi forniti da META a supporto del parco macchine JCB presente all’interno dell’impianto: “Per le nostre attività – sottolineano Zorzan e Bosco -, i fermi macchina, oltre a rappresentare un costo rilevante, rischiano di impattare negativamente sulla regolarità del ciclo di lavorazione. Sotto questo punto di vista i puntuali e tempestivi servizi di manutenzione offerti da META sono una garanzia, consolidata negli ormai molti anni di lavoro comune con la concessionaria, e hanno rappresentato un elemento decisivo nella scelta di riconfermare la nostra fiducia al marchio JCB e alla sua rete commerciale”.

testoStorica concessionaria JCB e realtà tra le più importanti del Nord Italia nel campo della vendita e del noleggio di attrezzature per la cantieristica, il movimento terra e il settore industriale, la META di Pavia deve una parte importante del proprio successo alla capacità di evolversi continuamente. Una filosofia aziendale promossa con forza anche grazie al ricambio generazionale che ha caratterizzato gli anni più recenti dell’attività di META e che oggi vede al timone dell’azienda le due figlie del fondatore, Paola ed Elisa Taini. Questo nuovo approccio ha portato META a imboccare negli ultimi anni due direttrici ben precise: la promozione delle attività di noleggio e l’attenzione ai mercati emergenti come quello industriale e del trattamento rifiuti.

Nella foto, da sinistra: Massimo Colombo (Area Manager META) Simone Zorzan (Amministratore unico C.R.), Elisa Taini (Direzione Commerciale META), Giuseppe Bosco (Direttore impianto C.R.), Carlo Biella (JCB Product Manager).
Nella foto, da sinistra: Massimo Colombo (Area Manager META) Simone Zorzan (Amministratore unico C.R.), Elisa Taini (Direzione Commerciale META), Giuseppe Bosco (Direttore impianto C.R.), Carlo Biella (JCB Product Manager).

La consolidata partnership fra JCB e META, che data ormai dal 1996, ha rappresentato un solido terreno che da ottimi frutti. Come conferma Elisa Taini, Direzione Commerciale META: “La reciproca fiducia che da sempre caratterizza il rapporto con JCB rappresenta non solamente un punto di forza per la nostra struttura, riconfermato anche nella transizione  generazionale che stiamo vivendo, ma anche e soprattutto una garanzia di solidità e presenza per i nostri clienti; fra questi C.R., che proprio nell’affidabilità della nostra azienda ha trovato il necessario punto di riferimento per tutte le sue esigenze. Tra queste, il nuovo movimentatore JCB JS20 MH del quale orgogliosamente abbiamo venduto il primo esemplare giunto in Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here