Anteprime mondiali

JCB: anteprima mondiale in diretta

per webVisibilità, stabilità, manovrabilità, mobilità, facilità di manutenzione: sono queste le aree in cui primeggia la nuova JCB Hydradig, originale creazione del costruttore britannico che sposta il concetto stesso di escavatore gommato a un nuovo livello di produttività, efficienza e sicurezza operativa.

sinistraE’ in presentazione in questo momento presso il quartier generale mondiale JCB di Rocester, Staffordshire e Macchine Edili News dà la notizia praticamente in diretta.

stabilitàLa stabilità garantita dalla nuova Hydradig,  come si può vedere dall’impressionante foto, è davvero eccezionale: il motore e il serbatoio montati nella parte inferiore del telaio abbassano il baricentro, conferendo alla macchina una stabilità davvero senza pari e rendendola con le opzioni dozer e stabilizzatori, in grado di affrontare qualsiasi lavoro: l’ Hydradig è un perfetto animale da cantiere urbano,con livelli di stabilità eccellenti sia in fase di lavoro che di trasferimento.

Foto JCB 1La ricollocazione di motore – un potente JCB Ecomax da 81 kW- e serbatoi nel telaio inferiore della macchina offre anche un’eccellente visibilità sull’intero perimetro della macchina; al tempo stesso ciò ha consentito di ridurre contrappesi e ingombri posteriori.

La compattezza della macchina e le tre modalità di sterzatura le permettono di disimpegnarsi con disinvoltura in ogni situazione; e quando si tratta di spostarsi da un cantiere all’altro, i 40 km/h di velocità massima permettono trasferimenti rapidi e sicuri.

Sarà possibile visionare la macchina allo stand di JBC (FM 713/I) al prossimo Bauma di Monaco di Baviera.

1 commento

  1. Nonostante sia un Costruttore di livello mondiale… le macchine JCB, salvo qualche eccezione… ( le Terne per esempio ) non mi sono mai piaciute.. Non entro nel merito tecnico ovviamente.. ma esteticamente le macchine e soprattutto i miniescavatori, erano veramente “brutti”.
    L’Hydradig almeno nelle foto invece è apparentemente una macchina bellissima.. e finalmente, concettualmente, con “qualcosa” di veramente nuovo.
    Nonostante a parole, come ormai i Costruttori tutti ci hanno abituato, spesso parlando a vanvera di innovazione.. di novità ..ecc.. quando invece si tratta solo di “rivestimenti posticci” o al massimo di aggiornamenti più o meno obbligati dall’introduzione di nuove normative.
    Insomma Hydradig sembra una gran bella macchina.. e in quei Paesi ( non in Italia ) dove il gommato ha una certa rilevanza nell’utilizzo ,sarà un forte competitor.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here