Ristrutturazioni aziendali

Hitachi: macchine “su misura” ad Amsterdam

Il polo produttivo di Oosterhout

Il management di Hitachi Construction Machinery Europe NV (HCME) intende spostare le attività di produzione e assemblaggio che attualmente hanno luogo a Oosterhout  nell’attuale polo produttivo esistente di Amsterdam.

In Olanda HCME su focalizzerà  nella produzione di macchine customizzate, quindi “su misura”, per meglio venire incontro all’aumentata domanda da parte dei suoi dealer europei. Una decisione cui non sono estranei una serie di fattori tra cui il fatturato in calo degli ultimi anni, le mutate esigenze del mercato e le attuali condizioni economiche.

Linee di produzione ad Amsterdam

Per sfruttare appieno le economie di scala, la produzione e l’assemblaggio delle macchine standard avverrà soprattutto nelle fabbriche in Giappone.  In questi giorni sono iniziate le consultazioni con le Camere del Lavoro e i sindacati dei rispettivi Paesi per il ricollocamento della produzione in Olanda secondo questi nuovi criteri strategici. Tali consultazioni dovrebbero concludersi subito dopo l’estate 2020 anche se ovviamente per essere completata la transizione, (che potrebbe comportare il taglio di 115 posti di lavoro) richiederà alcuni mesi e dovrebbe completarsi nel dicembre del 2021

La società sta attualmente dando la priorità al supporto della propria forza lavoro. I contenuti del piano sociale saranno discussi con i Sindacati  ed HCME ha garantito di fare ogni sforzo possibile per garantire un futuro agli eventuali esuberi, per esempio trovando per loro un’altra occupazione, sia all’esterno che all’interno della società stessa.

Un nuovo modello di business

Ancora un’immagine di Oosterhout

Per garantire la continuità aziendale nel lungo periodo  e al tempo stesso salvaguardare l’impiego, il modello di business è stato completamente rivisto. HCME  offrirà ai dealer ulteriori soluzioni “su misura” per le macchine Hitachi, come richiesto  espressamente dalla rete distributiva europea, in modo da ottimizzare il processo evitando operazioni non necessarie come per esempio togliere e mettere la cabina per installare il dispositivo di riscaldamento. Secondo il management, le macchina “sartoriali” e fatte su misura saranno sempre più richieste e, come più volte ribadito, le macchine standard destinate alla distribuzione in Europa, saranno prodotte soprattutto in Giappone.

Sono stati fatti ulteriori investimenti per migliorare i servizi, la gestione dei ricambi, la formazione, i servizi finanziari e di noleggio. Questi cambiamenti faranno sì  HCME risponda alla domanda del mercato europeo in un modo sempre più efficiente e orientato al cliente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here