Generatori

Generatori QAS Atlas Copco al lavoro in Cile

Per far fronte ad un manto nevoso insolitamente scarso per la stagione e per mantenere le condizioni ottimali delle sue piste, la stazione sciistica Ski Portillo in Cile ha deciso di affidarsi ai generatori QAS di Atlas Copco.

Grazie all’installazione di quattro di questi generatori per l’alimentazione di 25 cannoni di neve, la stazione sciistica è riuscita ad ottenere a una capacità di innevamento artificiale cinque volte maggiore.

Al fine di assicurare le condizioni sciistiche ideali sulle sue numerose piste di livello intermedio nei periodi in cui la frequenza e l’intensità delle nevicate risultano inferiori alla media stagionale, Ski Portillo ha dovuto integrare la neve naturale con una quantità sufficiente di neve artificiale per coprire nove piste per un’area di 10 ettari. Durante la stagione 2019, la stazione sciistica ha scelto di installare un nuovo impianto di innevamento artificiale composto da 25 cannoni di neve posizionati lungo le piste. Essi sono alimentati da un gruppo di 4 generatori QAS 630 su skid di Atlas Copco, alloggiati in una sala macchine adiacente al complesso principale.

Capacità di innevamento artificiale

Il risultato di questa installazione è stato che la capacità di innevamento artificiale è aumentata di 5 volte rispetto a quella della stagione precedente; è ora infatti possibile creare fino a 40 cm circa di neve artificiale durante un periodo di 70 ore, con le macchine in funzione giorno e notte, a condizione che la temperatura ambiente lo consenta.

Il funzionamento dei cannoni da neve è soggetto a due variabili: una specifica temperatura ambiente e una determinata percentuale di umidità nell’aria. Quando il sistema rileva queste due condizioni, il ciclo di generazione della neve si avvia gradualmente. Sia che si tratti di funzionare solo per alcune ore o per una sessione completa di 24 ore su 24 per 7 giorni, il sistema utilizza come unica fonte di energia la corrente elettrica prodotta dai generatori QAS.

Il nuovo sistema è completamente automatizzato, il che consente al team addetto alla manutenzione di controllare e monitorare lo stato di ogni macchina in qualsiasi momento, anche da uno smartphone. Il sistema è composto da una combinazione di macchine fisse e macchine mobili che garantiscono l’innevamento uniforme delle piste. Inoltre, le macchine possono essere movimentate secondo le necessità.

I generatori QAS

Ciascuno dei quattro generatori QAS 630 plug-and-play eroga 630 kVA/500 kW di potenza primaria a 50 Hz e offre una combinazione di potenza del motore affidabile, un design compatto, intervalli di manutenzione minimi di 500 ore, e un collegamento in parallelo semplice e di lunga durata.

Su tutti i generatori QAS sono presenti filtri per la depurazione dell’aria a due elementi. Un elemento filtrante primario, esterno, ed un elemento filtrante interno denominato “safety – carteridge”. E’ un sistema di filtrazione a doppia protezione “heavy duty” che aiuta a prolungare la vita utile del generatore.

Anche se presso la stazione sciistica di Portillo i generatori solo ubicati in una sala macchine che li protegge dai cambiamenti climatici, essi sono progettati per resistere alle condizioni esterne più estreme.

Una delle caratteristiche principali dei generatori QAS 630 è il controller dotato di un sistema di gestione dell’alimentazione che permette di ottimizzare il consumo di combustibile e di aumentare la durata dei generatori quando funzionano in parallelo, per formare un impianto mobile e indipendente.

Il commento

Jorge López, Key Customer Manager di Atlas Copco Power Technique Chile, ha affermato: “Siamo riusciti a dimostrare al cliente che, considerando il fatto che il fabbisogno di energia dei cannoni di neve varia con il tempo, una configurazione di quattro generatori QAS 630 associati ad un sistema di gestione dell’alimentazione (PMS) sarebbe stato più efficiente rispetto a quella di due generatori da 1000 kVA o di un solo generatore da 2000 kVA, che era stato inizialmente richiesto dal cliente”.

Jorge López ha dichiarato inoltre che il cliente ha scelto la soluzione di Atlas Copco anche per altri fattori tra cui le dimensioni compatte dei generatori, la facile installazione, il controllo configurabile AOP e la facilità d’uso.  Altrettanto importante è stato il ruolo di Atlas Copco nel fornire uno studio ingegneristico di base.

Inoltre, l’installazione dei generatori QAS nella località sciistica ha portato al cliente un ulteriore vantaggio. Nei mesi invernali, l’hotel Portillo utilizza la normale corrente elettrica nelle ore di picco. Ogni giorno per sei mesi all’anno quindi, si disconnette dalla normale rete elettrica alle ore 17:45 fino alle ore 23:10, e risponde a tutti i suoi fabbisogni di energia utilizzando i set di generatori come unica fonte di energia elettrica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here