Perforatrici

Ecco l’ultima nata in casa Massenza

Sorella più piccola della MM4, la MM3 è l’ultimissimo arrivo della flotta Massenza, che va a completare la gamma di perforatrici per micropali, ancoraggi e piccole fondazioni.

Grazie allo speciale supporto per l’antenna, questo modello ha grandissima libertà di movimento, mantenendo la massima stabilità, grazie anche ai bracci stabilizzatori anteriori, in dimensioni estremamente ridotte per i siti di più difficile accesso. La sua compattezza permette addirittura di passare attraverso le porte e lavorare all’interno degli edifici.

In due versioni

La nuova MM3 infatti è stata concepita in due versioni: la più tradizionale con un motore diesel da 73.4 HP (54 kW) e la versione con motore elettrico da 75 HP (55 kW) e generatore separato, che dà la possibilità di lavorare anche in spazi chiusi.

Non solo: grazie alla grande versatilità delle sue componenti, questo modello è perfetto anche per eseguire lavori di geotecnica e pozzi d’acqua.
La perforatrice è configurata con un’antenna che può arrivare fino a 4000 kg di tiro e utilizzare aste di perforazione fino a 3 m di lunghezza. Completamente radio comandata è inoltre equipaggiata di doppia morsa idraulica con passaggio fino a 205 mm (8″) e cingolo allargabile da 900 mm a 1300 mm.

Come tutte le perforatrici Massenza, anche questo modello è altamente personalizzabile.

Ecco gli optional

Per poter soddisfare al meglio le esigenze di tutti i clienti, infatti, sono disponibili molti optional:

• Diverse teste di rotazione: da quella specializzata per micropali e pozzi con coppia elevata (fino a 7000 Nm), a quella ad alta velocità per i carotaggi (fino a 714 RPM), ma anche teste più versatili per chi deve eseguire entrambe le applicazioni.
• SPT
• Martello idraulico FRD FX25
• Estrattore casing
• Argano con tiro diretto fino a 1000 kg
• Pompa centrifuga o pompa vite a bordo
• Pompa schiuma/acqua
• Lubrificatore
• Barriera di sicurezza ad infrarossi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here