Autogru

Ecco la Grove GRT655/655L

Lo stabilimento Manitowoc di Niella Tanaro  (Cn) aggiunge alla propria produzione la nuova autogru fuoristrada Grove GRT655/655L.

La notizia viene data esattamente a distanza di un anno dal momento in cui era stato comunicato l’inizio della produzione dei modelli di autogru fuoristrada GRT880 e GRT8100 nello stabilimento italiano – i primi modelli prodotti al di fuori dello stabilimento di Shady Grove, Pennsylvania, USA. Visto il successo della produzione dei modelli GRT8100 e GRT880 di Niella Tanaro, Manitowoc ha deciso di espandere il portafoglio prodotti della sua produzione Europea.

La GRT655L farà il suo debutto sul mercato Italiano al GIS (Giornate Italiane del Sollevamento), la fiera del settore sollevamento che si svolgerà a Piacenza, Italia, dal 3 al 5 Ottobre, 2019.

Un polo d’eccellenza

Crediti fotografici Alessandro Piscitelli (www.alexphotography.iy )

A partire dal 2005, lo stabilimento di Niella Tanaro ha costruito e spedito più di un migliaio di autogru fuoristrada e tuttoterreno a 2 e 3 assi in tutto il mondo, compresi i modelli RT530E-2, RT540E, RT550E e i più recenti GRT880 e GRT8100.

“Questa è una logica decisione basata sul successo che abbiamo raggiunto a partire dallo scorso anno con la produzione dei modelli GRT880 e GRT8100,” ha spiegato Giorgio Angelino, vice presidente senior per le gru mobili in Europa e Africa. “Abbiamo ricevuto una risposta molto positiva dai nostri clienti in Europa, Africa, Medio Oriente e Asia a rigurado dei modelli che sono stati localizzati a Niella Tanaro. Inoltre abbiamo raccolto commenti entusiastici dagli utilizzatori, per cui siamo fiduciosi che i clienti trarranno un enorme beneficio anche da quest’ultima decisione.”

Un punto di riferimento nella propria classe

La GRT655 e la GRT655L hanno capacità nominale di 60 t e l’unica differenza tra i due modelli è nella lunghezza del braccio, a sfilo proporzionale tramite cilindro idraulico e funi, essendo a quattro sezioni e con lunghezza 34,8m sulla GRT655, a cinque sezioni con lunghezza 43 m sulla GRT655L.

Federico Lovera

Federico Lovera, responsabile prodotto per le regioni dell’Europa, Africa, Medio Oriente e Asia, ha dichiarato: “La GRT655 può essere considerata la macchina con braccio standard, ed è ideale per aziende di costruzioni e manutenzione, mentre la GRT655L è l’opzione con braccio lungo, ed è universalmente considerata l’autogru fuoristrada che non può mancare nel parco macchine delle aziende di noleggio. Entrambi i modelli hanno tabelle di portata ai vertici della categoria, il sistema di controllo Manitowoc CCS e la cabina inclinabile. Queste caratteristiche si aggiungono a quelle che i nostri clienti si aspettano e che hanno permesso alle nostre autogru fuoristrada di fornire il miglior ritorno del capitale investito, come gli stabilizzatori a stelo invertito, i freni a disco ad azionamento idraulico, l’impianto idraulico load sensing e la modalità ECO per ridurre il consumo di carburante”.

Grazie ad un falcone telescopico opzionale da 7,9-13,7 m, la GRT655L garantisce la migliore altezza totale di sollevamento della categoria, pari a ben 59,7 m, mentre la GRT655 offre un’altezza massima di sollevamento pari a 51,8 m. Inoltre, la GRT655 e la GRT655L possono entrambe essere equipaggiate con ruote più strette (da 18-inch), così che la larghezza massima è inferiore a 3 m, rendendo questi due modelli pienamente conformi ai requisiti logistici in Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here