Escavatori cingolati

Ecco il nuovo SK130LC-11 di Kobelco

Kobelco Construction Machinery Europe B.V. (KCME)  ha presentato il nuovo  SK130LC-11, completamente made in Japan, che ribadisce la qualità, l’economicità e l’affidabilità del prodotti Kobelco nel segmento delle 12/14 ton.

Le caratteristiche dell’ SK130LC-11 sono il risultato di un attento lavoro di progettazione  e di un design di elevata tecnologia  in cui il feedback del cliente è stato un fattore chiave di notevole importanza che ha portato alla creazione di una macchina potente,  di elevata velocità operativa. confortevole ed efficiente in termini di consumi.

Il costante sviluppo tecnologico ha portato l’ SK130LC-11 ad essere il primo escavatore Kobelco premium nella classe delle 12/14 ton.  Questa macchina convenzionale monta un motore Isuzu R-4JJ1XDDV-A01: questa ultima generazione di propulsori diesel turbo Sage V, utilizza i sistemi  SCR (DEF) erogando una potenza di 78.5 kW  che consente ottime performance tra cui una forza di scavo di  105.4kN e di strappo di  141 kN. Grazie al layout bilanciato del telaio l’SK130LC-11  offre un’eccellente capacità di sollevamento e grande stabilità. Un contrappeso opzionale di 600 kg, lama e braccio doppio sono disponibili su ordinazione.

Comfort e spazio in cabina

L’ SK130LC-11  presenta una cabina spaziosa e confortevole, con comandi intuitivi e facii da usare che strizzano l’occhio a un’autovettura di fascia alta. Un monitor a colori di 10″, tra i più grandi del mercato, consente rapido accessi a tutte le informazioni sulle condizioni della macchina che viene tenuta sotto controllo perfettamente anche grazie alle telecamere superiori.

il sistema idraulico è stato completamente ridisegnato e consente un’ottima fluidità dei movimenti delle macchina oltre ad alleviare la tensione su dita, mano e braccio dell’operatore pur consentendo una perfetta precisione del movimento.  Il nuovo sedile Grammar è ergonomico e la cabina completamente climatizzata.

Sette modalità idrauliche di attachment preconfigurate, possono essere impostate per ottimizzare l’efficienza lavorativa: un sistema che assicura una grande versatilità e le corrette performance idrauliche applicabili alle diverse tipologie di lavoro. Modalità customizzate possono essere aggiunte e impostate secondo le richieste.

Attenzione ai dettagli

Kobelco anche per l’ SK130LC-11 conferma la propria minuziosa attenzione ai dettagli come per esempio l’adozione del nuovo standard FOPS II del tetto che ora prevede una sezione della porta girevole in modo che il vetro esterno del tetto possa essere facilmente pulito per consentire visibilità ottimale senza che venga meno la necessaria integrità strutturale.

La valvola di sicurezza è stata riposizionata sul braccio del cilindro per minimizzare ulteriormente il rischio di contatti accidentali con eventuali ostacoli in cantiere.Un ampio serbatoio della capacità di 280 litri  riduce i tempi di rifornimento.

L’introduzione dell’ SK130LC-11 nel mercato europeo è stata una decisione importante per Kobelco“, ha commentato il Product Manager, Peter Stuijt. ” Il fatto che la macchina sia Stage V è indubbiamente un plus per il suo successo in Europa, e le sue caratteristiche tecniche la rendono particolarmente appetibile per gli utilizzatori europei e una scelta quasi obbligata nel segmento delle 12/14 ton“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here