Escavatori cingolati

EC220E ed EC250E: ad alta produzione

A Cernusco sul Naviglio (MI), si è appena conclusa la demolizione di un vecchio e dismesso stabile ad opera dell’azienda Demid srl, specializzata in scavi, lavori stradali, demolizioni e interventi immobiliari. Sul cantiere, l’attenzione si è rivolta soprattutto a due modelli di ultima generazione, l’EC220E da 22 t, e l’EC250E di Volvo CE, caratterizzati dagli ormai consolidati valori Volvo, vale a dire emissioni e consumo di carburante ridotti, grande potenza e produttività.

Efficienza pura

Il nuovo escavatore cingolato Volvo EC220E deriva dal precedente modello della Serie D, conosciuto per le sue emissioni e il consumo di carburante ridotti, per la sua grande potenza e produttività. È dotato di un motore Volvo D6 Tier 4 Final/Stage IV top di gamma conforme alle normative, ma non rinuncia alla potenza. L’impianto idraulico ottimizzato e la modalità ECO erogano la potenza richiesta esattamente per eseguire il lavoro in corso. Mentre la funzione di spegnimento automatico del motore riduce il consumo di carburante e le emissioni. Ed effettua lo spegnimento automatico quando l’escavatore rimane inattivo per un periodo di tempo preimpostato. La potenza di ingresso aumentata della pompa consente un funzionamento preciso per una maggiore produttività e tempi ciclo ottimali. Con la funzione flottante del braccio, si risparmia la potenza della pompa per abbassare il braccio o utilizzarla per altre funzioni, riducendo così i tempi ciclo. Anche il comfort è al centro della progettazione, con interfacce ergonomiche e monitor LCD da 8 pollici di facile lettura. La cabina è conforme alle norme ROPS e ISO, per assicurare che l’operatore sia completamente protetto in caso di ribaltamento. I controlli di servizio quotidiani diventano facili e rapidi da eseguire, grazie ai filtri raggruppati che sono facilmente accessibili da terra.

Risparmio carburante assicurato

Il nuovo escavatore cingolato   consente di ottenere una significativa riduzione del consumo di carburante per far risparmiare tempo e denaro ai clienti. L’elevata efficienza non è solo dovuta al motore Volvo conforme alle norme Stage IV/Tier 4 Final. Ma anche a caratteristiche avanzate che contribuiscono a ottimizzare la portata e a ridurre al minimo la pressione nell’impianto idraulico. In particolare la modalità ECO che consente di ridurre il consumo di carburante senza ridurre le prestazioni nella maggior parte delle condizioni operative. Questa modalità viene selezionata automaticamente ma può essere disabilitata dall’operatore attraverso il tastierino. L’operatore può inoltre controllare manualmente la portata dell’impianto idraulico attraverso il sistema integrato di selezione delle varie modalità operative Volvo, e scegliere così la modalità più indicata per il lavoro da svolgere. Per ridurre lo spreco di carburante quando la macchina viene mantenuta al minimo, i nuovi escavatori della serie E dispongono di un sistema di arresto automatico del motore e di regolazione automatica al minimo regime. Quando i comandi della macchina rimangono inattivi per un intervallo di tempo predeterminato, il regime del motore passa automaticamente al minimo. Quando la macchina rimane ferma e non operativa per cinque minuti, il motore viene arrestato automaticamente. Queste funzionalità oltre a contribuire a ridurre il consumo di carburante, le emissioni e i costi di esercizio, aiutano anche a ridurre il rumore all’interno del cantiere di lavoro e nell’area circostante.

Tutto sotto controllo

Entrambe i modelli sono dotati di CareTrack, sistema di monitoraggio per la gestione della flotta che permette all’azienda di monitorare il parco macchine da un qualsiasi computer con accesso a internet. Il CareTrack è un sistema telematico sviluppato per operare congiuntamente con il sistema diagnostico interno delle macchine Volvo. Abbina due sistemi indipendenti: il GPS e la rete telefonica cellulare, oppure quella satellitare. In un sito Internet protetto da password si può controllare in tempo reale la posizione geografica della macchina, le ore d’esercizio, il consumo di carburante, la pianificazione dei tagliandi e altre funzioni.

di Claudio Guastoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here