Software gestionali

Dassault Systèmes: sostenibile è meglio

“Sostenibilità”, parola di moda ma non per questo povera di contenuto, è stato il leit motiv della conferenza stampa di Dassault Systèmes che ha illustrato come l’azienda, nata 40 anni fa con il disegno 3D dei profili alari degli aerei, intenda investire e lavorare con i propri partner per un’innovazione sostenibile.

Un concetto già espresso nel 3DEXPERIENCE Executive Forum svoltosi a Milano l’ottobre scorso che aveva messo in luce i tre punti che segnano le tappe della strategia aziendale: sviluppo di prodotti sostenibili, sviluppo di città sostenibili, life science.  E siccome è impossibile perseguire la sostenibilità senza digitalizzazione, ecco che la gestione digitale dei processi viene in aiuto, grazie a software mirati, sempre più perfetti, sofisticati e attendibili.

Un nuovo Rinascimento industriale

Gianluca Gonella

E quello che Gianluca Gonella, Amministratore Delegato di Dassault Systèmes Italia e Managing Director dell’area mediterranea ha definito un vero e proprio Rinascimento industriale. In cui avrà sempre più peso la “Working force for future“, cioé le nuove figure professionali che, grazie alla collaborazione con istituti e università, saranno in grado di intercettare le innovazioni in atto e di “democratizzare” il software, ritenuto ancora da molti più un’entità astrusa fatta di indecifrabili funzionalità ingegneristiche che un formidabile strumento di semplificazione e ottimizzazione delle procedure. E quindi di sostenibilità. Nel corso della conferenza stampa sono stati illustrati alcuni esempi di queste enormi potenzialità, come la simulazione virtuale 3D del funzionamento di una metropoli come Singapore o del funzionamento del cuore umano. Potenzialità che si rivolgono a più ambiti applicativi, dalle Costruzioni ai Trasporti e Mobilità, dall’Energia all’Industria mineraria, dall’aerospaziale al Medicale, dalla Città al Territorio…

La piattaforma 3DEXPERIENCE

Questa piattaforme consente di gestire il ciclo di vita del prodotto  (Product Lifecycle Management) dalla progettazione ai servizi post vendita con la simulazione fisica dei processi ed è anche in grado di simulare i meccanismi di business. Inoltre costituisce un luogo virtuale in cui chiunque voglia stampare un oggetto in 3D possa progettarlo e commissionarne l realizzazione al possessori di stampanti 3D selezionato. Un progetto del genere implica ovviamente investimenti ingenti: non è un caso che quelli che Dassault Systèmes stanzia in Ricerca & Sviluppo sono pari a 540 milioni di euro su 3,1 miliardi di fatturato (oltre il 17%). I risultati ottenuto sembrano premiare l’azienda: crescita a doppia cifra nel terzo trimestre del 2019, con ricavi complessivi aumentati del 10% (914 milioni di euro) e ricavi della piattaforma 3DEXPERIENCE in crescita del 32%. A conferma che l’innovazione sostenibile nei modelli di business è un imperativo strategico per il XXI secolo.

Per il 2020 sono attese parecchie novità, per ore rigorosamente top secret e appena accennate. Il “mistero” riguarda un escavatore di ultima generazione e un software ad esso collegato, e una sorta di “progetto Singapore bis” per una città italiana. Viene da dire che i futuri che ci aspettano sono più di uno. E tutti parleranno una lingua comune, l’esperanto della sostenibilità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here