Attrezzature

Cos’è il Topsoil e cosa si può fare per evitarlo?

Il mondo potrebbe esaurire il suolo – il cosiddetto topsoil – in circa 60 anni se si continua a degradarlo al ritmo attuale.

Proprio al Parlamento Europeo, infatti, si stanno già muovendo i primi passi con l’approvazione della Natura Restauration Law (NRL), un Regolamento che prevede entro il 2030 il  ripristino di almeno il 30% degli habitat naturali e l’incremento degli spazi verdi urbani. Ma che impatto hanno i cantieri nella salvaguardia del suolo?

Rimuovere il topsoil per consentire la costruzione di infrastrutture è una pratica standard. La terra scavata di solito è classificata come rifiuto, ma cessa di esserlo se viene completamente recuperata. Riciclare e riutilizzare il terriccio diventa fondamentale sia per risparmiare i soldi di smaltimento e di un eventuale riacquisto di nuovo materiale, sia perché evita di contaminare il terreno con materiali provenienti da altre parti.

 Topsoil: la ricetta MB Crusher 

Con una attrezzatura MB Crusher installata alla macchina operatrice già presente in loco la gestione dei materiali diventa più facile e sostenibile, anche a livello economico e di tempo. Ecco qualche esempio.

• Via le erbacce da Versailles

All’estremità occidentale del Castello di Versailles, in Francia, proprio ai margini dei giardini Gally, un escavatore Mecalac da 10 tonnellate lavora nel deposito di stoccaggio dei materiali. All’estremità del suo braccio è installata una benna vagliante MB-S10. “Avevamo bisogno di setacciare il materiale di scavo sia per ottenere terriccio che compost per sistemare le aiuole e i prati dei Giardini – racconta Joël Fauvel, vicedirettore del dipartimento dei giardini del Trianon e di Marly – Prima i nostri giardinieri dovevano caricare manualmente la terra scavata su un vaglio meccanico montato su un telaio.  Ora con la benna vagliante di MB Crusher separare i materialo è decisamente più semplice e veloce”.

La cosa più importante – continua Fauvel – è che il terriccio lavorato con la vagliante di MB contiene molte meno radici di erbe infestanti e questo è fondamentale per poterlo riutilizzare. Ciò che è del suolo ritorna al suolo, questa volta molto più pulito“.

• In Perù si rispetta l’ambiente

Sono ben 15 i chilometri di scavi da riempire durante i lavori di posa di acquedotti e reti fognarie in una piccola comunità peruviania – El Porvenir. Farlo con lo stesso materiale scavato è un guadagno per il cantiere ma soprattutto per l’ambiente. Il problema potrebbe sembrare il materiale bagnato, d’altronde si era in piena stagione delle piogge. Problema risolto installando al miniescavatore Bobcat già in cantiere una benna selezionatrice a rotori MB Crusher MB-HDS212. Tanti i vantaggi: nessun bisogno di acquisto dei nuovi materiali, niente andirivieni di camion da e per il cantiere, la terra estratta ritorna – pulita – al suo posto.

•Tutto è a KM 0

Durante i lavori di scavo, la terra viene spesso mescolata a rami, sassi, radici e altri materiali di “disturbo”. Perché mandare tutto in discarica quando con la benna selezionatrice MB-HDS è possibile separare con facilità e velocità le impurità dalla terra e poi riutilizzare il materiale? In Germania un cantiere aveva proprio questo problema: la discarica più vicina in cui poteva portare il terreno rimosso era a circa 35 chilometri e questo significava aumento dei tempi e dei costi. Problema risolto utilizzando una benna selezionatrice MB-HDS207 per vagliare il materiale e separare la terra dai sassi e dalle radici.

https://vimeo.com/924957920

L’ambiente è qualcosa che funziona come un organismo: un singolo intervento locale ha conseguenze sull’intero sistema. Se si rompe questo equilibrio l’intero sistema rischia di essere distrutto.

Che aiuto si può dare? Semplicemente trattare la terra scavata con l’attrezzatura MB Crusher per ottenere un terreno “pulito”, facilitare le operazioni in cantiere e contribuire alla salvaguardia ambientale. E per farlo basta solo utilizzare le macchine operatrici già presenti in loco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here