Full liner

CGT a Ecomondo: We work together

E’ questo il claim con cui CGT si presenta a Ecomondo 2017: non solo parole, quanto piuttosto una scelta, uno stile, che si riallacciano a un altro slogan caro al Gruppo Tesa di cui CGT fa parte, “We are Group”, a sottolineare non solo uno spiccato senso di appartenenza ma un programma a lungo termine che prevede partnership virtuose con i maggiori protagonisti della filiera delle costruzioni.Quello che colpisce nell’allestimento fieristico di  CGT (Pad. C stand 40), che  ad Ecomondo fa il bis espositivo anche a Key Energy (Pad. D5 stand 123) non sono tanto le macchine esposte, che pure fanno bella mostra di sé e sintetizzano l’offerta globale della Compagnia Generale Trattori per il mondo della movimentazione, dell’edilizia, dell’energia, dell’ambiente, del trasporto, quanto la molteplicità dei servizi offerti, a corollario e conferma di quel “We work together” di cui si diceva prima.

Legittimato dai numeri, ben evidenziati in un poster, che sintetizzano il “book” di CGT: 51 filiali con officina, 400 officine mobili, 590 tecnici, 140 consulenti commerciali, 55 consulenti tecnici, 1150 modelli nel parco usato, 7000 mezzi a noleggio, 87.000 ricambi a stock. E scusate se è poco.

Vi è poi un altro poster che colpisce l’attenzione e che spiega cosa significhi per CGT lavorare insieme: l’elenco dei partner con cui la società ha stretto alleanze e partnership “win-win”. I nomi sono tutti prestigiosi: Komptech (leader nella produzione di macchine per il trattamento meccanico e biologico di rifiuti solidi e il trattamento di biomasse come fonte di energia rinnovabile); Sandvik Conscruction (soluzioni per la frantumazione, vagliatura e perforazione di superficie); Hyster (carrelli elevatori e soluzioni per la movimentazione di materiali); HSM (macchine e impianti per compattare e recuperare materiali riciclabili); MAFI (produzione di trattori diesel per porti, interporti, industria e centri logistici); DAF (veicoli industriali leggeri, medi e pesanti); Genie (piattaforme semoventi articolate, telescopiche, verticali e sollevatori telescopici); Leotech (sistemi per l’abbattimento delle polveri).

Alleanze eccellenti, quindi, che indicano anche la direzione in cui CGT intende andare in futuro: consolidarsi sempre più come fornitore globale di prodotti e servizi, diventando full liner di riferimento per il mondo delle costruzioni, dell’industria, dell’energia, del trasporto. Non solo CAT quindi (anche se è al brand americano che CGT deve la sua fama iniziale e il suo conseguente posizionamento nel mercato), ma una rete di “alleati-fornitori”  con cui condividere business e valori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here