Macchine al lavoro

CASE: macchine per cantieri difficili in Europa

Gli escavatori cingolati CASE Construction Equipment sono ogni giorno al lavoro in diversi cantieri in Europa, in svariate applicazioni più o meno impegnative. Le macchine sono state elogiate per la loro adattabilità, efficienza, potenza e comfort, fattori centrali per quei cantieri in cui gli escavatori vengono di solito utilizzati.

Come evidenziato da Giuseppe Santo, Product Manager per Escavatori e Midi Escavatori presso CASE Construction Equipment Europa: “La gamma di escavatori cingolati è progettata per soddisfare le esigenze di qualsiasi tipo di cantiere. Le funzionalità della macchina sono pensate per garantire versatilità, potenza e precisione uniche, il che spiega perché vengono utilizzate in una vasta gamma di applicazioni in tutta Europa, lasciando i clienti sempre soddisfatti”.

Un design compatto per impervie strade di montagna

Il design compatto degli escavatori cingolati CASE li rende ideali per operare in spazi ridotti. Il modello CX145D SR è una delle macchine più maneggevoli sul mercato, con una cabina in grado di completare una rotazione completa con il minimo rischio di entrare in contatto con quanto sta intorno al mezzo.

Per questo motivo, l’azienda italiana Bancoline (specializzata in manutenzione stradale, demolizioni e costruzioni) ha scelto di usare l’escavatore per la manutenzione di una serie di strade di montagna. “Il nostro operatore adora questa macchina”, afferma Mauro Gross, titolare di Bancoline. “La manovrabilità del CX145D SR è essenziale per lavorare su queste strette strade di montagna, a una certa altitudine, e ci permette anche di risparmiare tempo”.

Potenza e precisione nelle calamità naturali

Nell’ottobre 2018, il nord est dell’Italia è stato colpito da una tempesta che ha distrutto migliaia di ettari di foresta durante la notte. Il comune di Moena, in provincia di Trento, non molto lontano dalla zona devastata, incaricato delle operazioni di bonifica, ha acquistato una macchina CASE CX245D SR, dotata di una speciale attrezzatura “abbattitrice-allestitrice”.

Eravamo già rimasti piacevolmente colpiti dal CX145D SR ma avevamo bisogno di una macchina ancora più potente per il lavoro che ci accingevamo a svolgere”, afferma Michele Turri, il proprietario, di Malè in Val di Sole. “Il CX245D SR ha persino superato le nostre aspettative. Grazie alla sua forza di trazionei, siamo stati in grado di rimuovere rapidamente e con facilità tutti gli alberi danneggiati e le soluzioni telematiche collegate all’attrezzatura “Pinze Abbattitrici” ci hanno permesso di tenere traccia dell’altezza e del diametro di ogni albero tagliato”.

L’azienda spagnola Maderas Marcos, anch’essa operante nel settore forestale, utilizza un escavatore CASE CX210D. Il concessionario CASE Ruvisca ha dotato la macchina di un’attrezzatura forestale, utilizzata per movimentare il legno di pino ed eucalipto.

La potenza e la precisione del CX210D si sono rivelate perfette per questa applicazione. Nel complesso, siamo molto soddisfatti della macchina. Il concessionario, nel tempo, ha conquistato la nostra totale fiducia, per questo sappiamo sempre che stiamo acquistando un mezzo affidabile e in grado di aiutarci a svolgere al meglio il nostro lavoro per il nostro cliente principale, ENCE, azienda leader in Spagna nella produzione di cellulosa di eucalipto ed energia rinnovabile da biomasse. ENCE utilizza residui di piante e rifiuti per creare energia pulita, e si occupa allo stesso tempo di rimuovere i tronchi e i rami caduti per mantenere pulito il bosco e prevenire incendi accidentali”, afferma Rodolfo, il titolare.

Operazioni di livellamento e consumi efficienti

L’azienda francese Potin TP, cliente CASE da oltre 18 anni, lavora con una flotta di 20 macchine CASE, una delle quali è un CX350D. Questa macchina ha recentemente operato nello scavo delle fondamenta per un nuovo edificio adibito a uffici con area verde. Nel compiere questo lavoro, la macchina ha permesso di risparmiare cinque litri di carburante l’ora, come raccontato da Thomas Cochet, operatore di Potin TP, con 14 anni di esperienza con gli escavatori cingolati: “Adoro questa macchina perché è semplice accedervi per la manutenzione ed è tutto a portata di mano. Il basso consumo di carburante e, di conseguenza, le ridotte emissioni di CO2 sono una piacevole sorpresa, non solo per i benefici che ciò ha sull’ambiente, ma anche per la riduzione dei costi”.

Demolizioni a qualsiasi altezza

La demolizione di edifici molto alti con escavatori tradizionali presenta spesso dei problemi. L’unico modo per affrontare questa sfida è dotare la macchina di un braccio esteso da 21 metri, come ha fatto di recente l’azienda tedesca Paul Kamrath Ingenieurrückbau GmbH con un CX350D.
Queste le parole di Sebastian Morsmann, l’operatore che ha utilizzato la macchina: “Il CX350D di CASE può essere controllato in sicurezza e con precisione. L’attrezzatura reagisce perfettamente a ogni comando e anche la risposta dei joystick è sempre ottimale.

Quando si lavora con mezzi “long reach”, la cabina inclinabile rappresenta un valido alleato, poiché si riesce ad avere una visuale netta dello strumento, mentre il monitor Maximum View CASE, con veduta aerea e panoramica, migliora di molto la sicurezzaConfrontandola con quella di altre macchine, la cabina è molto più spaziosa e meglio equipaggiata”, sottolinea Sebastian.

l futuro degli escavatori cingolati CASE


Siamo fieri che i clienti che lavorano su terreni impervi e impegnativi continuino a scegliere CASE per i loro cantieri. Ciò avviene perché CASE, come produttore, cerca sempre di impegnarsi al massimo per carpire le tendenze di mercato e fa del suo meglio per innovare e offrire macchine che rispondano direttamente alle esigenze dell’operatore”, continua Santo.

Da un lato, abbiamo la responsabilità di non modificare ciò che rende unici gli escavatori CASE (l’eccezionale comfort dell’operatore, che riesce a soddisfare gli operatori più esigenti; il perfetto equilibrio tra velocità e manovrabilità, combinato con un risparmio di carburante ed energia senza rivali) e, dall’altro lato, sappiamo che il miglioramento continuo è parte del nostro lavoro ed è proprio ciò che facciamo tutti i giorni”.

Nonostante il COVID-19, siamo rimasti concentrati sull’obiettivo e ci stiamo preparando a lanciare la nuova generazione di macchine, tenendo sempre in considerazione il crescente bisogno di versatilità, sfruttando la nostra partnership con i marchi CNH Industial”. Tutte le macchine saranno prodotte in Giappone e includeranno il 20t et 24t con carro in sagoma sia Mono che Triplice “Sappiamo che negli ultimi anni sono emersi trend sempre nuovi e continueremo ad ascoltare i nostri clienti e a investire in ricerca e sviluppo. Questi sono gli elementi essenziali, alla base della nostra capacità di migliorarci e ottenere sempre nuovi successi, insieme. Abbiamo le risorse e le competenze per poter intraprendere tutte le azioni necessarie per raggiungere questi obiettivi” conclude Santo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here