Anniversari

Buon compleanno Simex!

Robustezza costruttiva ed elevate prestazioni dei componenti idraulici distinguono a nuova fresatrice stradale autolivellante Simex PL 1500

Dal 1991 l’azienda bolognese coniuga passione per la meccanica ed evolute competenze tecniche, guidando l’innovazione nel settore delle attrezzature con brevetti e prodotti “made in Italy”, utilizzati ovunque nel mondo.

Il trentesimo compleanno è sempre un traguardo importante, soprattutto se lo sguardo è proiettato verso il futuro. È il caso di Simex, che celebra l’evento completando il progetto di ampliamento del proprio headquarter di San Giovanni in Persiceto.

Negli ultimi 15 anni l’azienda ha più che raddoppiato il fatturato e l’organico – afferma Federico Tamburri, Responsabile commerciale per l’Italia – raggiungendo una solida dimensione internazionale. Il mercato italiano resta comunque il nostro principale riferimento per la ricerca e sviluppo“.

Oltre all’ampliamento delle aree produttive e logistiche, Simex ha recentemente inaugurato la filiale negli Stati Uniti (nella foto), situata a Corpus Christi (Texas)

Lo studio di soluzioni innovative è il nostro tratto distintivo – conferma Nicola Nucci, anch’egli Responsabile commerciale per l’Italia. “I nostri tecnici continuano a stupirci con progetti che, partendo dalle richieste provenienti dal mercato, superano costantemente i limiti delle macchine attuali“.

Una storia di successo

La storia di Simex è costruita sullo sviluppo costante di tecnologie all’avanguardia. Dalle prime fresatrici stradali (PL 1992), da utilizzare anche sui bracci escavatori (PLB 1994), fino al primo prototipo di escavatrice a ruota (T 500, 1996), dalle teste fresanti (TF, 1999) al brevetto del sistema autolivellante (1999), Simex ha svolto un ruolo fondamentale nell’evoluzione delle attrezzature per le macchine da movimento terra.

All’inizio del nuovo millennio l’azienda si è cimentata anche nel settore demolizioni/riciclaggio, con le benne frantumatrici per pale ed escavatori (CB, 2004; CBE, 2007) e le benne vagliatrici con cambio rapido della pezzatura (VSE, 2013), introducendo poi il sistema per l’inclinazione laterale delle escavatrici a ruota e, in tempi più recenti, le nuove teste fresanti a taglio continuo con catena centrale (TFC, 2019).

Il dispositivo di svuotamento dello scavo e la particolare configurazione delle bocche di uscita dell’escavatrice a ruota Simex RW 350 realizza un solco pulito, ideale per la posa della fibra ottica

Le escavatrici a ruota RWE 15 ed RW 150, al pari delle “sorelle maggiori” RWE 35 ed RW 350, esprimono al meglio tutte le potenzialità dei prodotti Simex per la posa dei cavi in fibra ottica – una delle applicazioni più diffuse nel nostro paese.

Sul fronte della manutenzione stradale, invece, è stata recentemente presentata la nuova fresatrice PL 1500, per la scarifica del tappeto d’usura su una larghezza di 150 cm. Tutti questi modelli sono equipaggiati con l’esclusivo sistema autolivellante che, in qualsiasi condizione, mantiene sempre costante la profondità di lavoro.

Il nuovo magazzino, inaugurato a fine 2019

Simex – riprende Nicola Nucci – non ha mai smesso di investire in risorse umane (120 persone), strutture e logistica (48.000 m2 di cui 18.000 coperti). Oggi l’azienda vanta un fatturato annuo di 37,5 milioni di euro, di cui il 65% frutto dell’export, ed è in grado di produrre ogni mese fino a nuove 500 unità“.

Attendiamo con ansia la definitiva messa a punto dell’area demo – conclude Federico Tamburri – che ci permetterà di accogliere clienti, partners e collaboratori in spazi accoglienti e adeguati sia per gli incontri in presenza, sia per testare dal vero i prodotti, in condizioni di massima sicurezza ed efficienza“.

di Giuseppe La Franca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here