Sperimentazioni

Motori Scania: test con biogas non raffinato

La divisione motori di Scania sta collaborando con i produttori svedesi di energia ricavata dai rifiuti urbani per sperimentazioni innovative con biogas.

Sperimentare il futuro

La produzione di biogas dai rifiuti da utilizzare come combustibili per i veicoli o come fonte di energia e riscaldamento non è nulla di nuovo. Scania lavora con questa fonte di energia alternativa e sostenibile da alcuni anni. Tuttavia, una serie di sperimentazioni in cui Scania è coinvolta, potrebbero portare ad un ulteriore sviluppo della tecnologia nel campo della produzione di energia. In collaborazione con Tekniska verken, specialisti del settore, con sede a Linköping, il comparto motori di Scania sta attualmente testando uno dei suoi motori. Alimentandolo a biogas grezzo, quindi non trattato con processi di raffinazione e purificazione.

Il biogas viene prelevato direttamente dalle camere anaerobiche. Ad oggi la sperimentazione si basa su test di funzionamento arrivati ad oltre 600 ore.

Le prospettive del biogas non raffinato

La speranza di Scania è che se il motore fosse in grado di funzionare ed essere affidabile con questo gas grezzo, il processo di produzione di biogas per la produzione di energia risulterebbe ancora più rapido ed economico.  E diventerebbe una ulteriore e preziosa fonte di energia alternativa da materiale riciclato. L’idea è ancora largamente in fase sperimentale. Spiega Holger Mattsson, Project Coordinator di Scania Engines: “Collaboriamo con Tekniska verken da due anni, inizialmente con gas naturale compresso. Abbiamo iniziato a testare il gas grezzo all’inizio del 2017. A settembre 2017 abbiamo effettuato l’ultima fase di test ed esaminato i risultati nei mesi successivi”.

Scania e Tekniska verken uniscono le forze

Erik Nordell è l’ingegnere dello sviluppo di Tekniska verken che ha coordinato il lavoro con Mattsson e il suo team in Scania. “La collaborazione, nata quando Scania ha contattato Tekniska verken ha dato grandi benefici. “Siamo molto soddisfatti della collaborazione, in quanto è stato molto facile lavorare con Scania”, afferma. “Ogni volta che abbiamo avuto un problema, l’abbiamo risolto insieme, in sinergia. È stata un’esperienza positiva lavorare con un’azienda leader in Svezia e in Europa per la produzione di energia”.

Tekniska verken eccelle nella produzione di gas naturale compresso (CNG) da utilizzare come carburante per veicoli. In effetti, la città di Linköping, proprietaria dell’azienda, gestisce una propria flotta di autobus alimentata esclusivamente con CNG.

 

Telge Återvinning: un altro partner Scania

Ancora più vicino a casa, Scania lavorerà anche con Telge Återvinning in Tveta, Södertälje. E’ attiva nel riciclo dei rifiuti di proprietà del consiglio municipale di Södertälje. Sotto la spinta di Scania, l’azienda è attualmente in fase di esecuzione di test su come i motori  possano funzionare con gas grezzo, estratto direttamente dalle discariche. Anche se Tveta ha smesso di gestire discariche negli anni ’90, il biogas proveniente dal processo di digestione dei rifiuti organici continua la sua formazione fino a 30 anni dopo il loro interramento.

I motori coinvolti

• Scania V8 da 16 litri, realizzato per gas naturale compresso a bassa pressione per la produzione di energia. Commutabile tra 1.500/1.800 giri/min in nodi di potenza tra 333 kW e 426 kW di potenza massima.

• COP (potenza operativa continua): 330 kW (50 Hz), 350 kW (60 Hz). Pressione di alimentazione del gas: 50 mbar.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here