Anteprima mondiale

Hydradig JCB: il Progetto 710 diventa realtà

Apertura

Visibilità, stabilità, manovrabilità, mobilità, facilità di manutenzione: sono queste le aree in cui primeggia la nuova JCB Hydradig, originale creazione del costruttore britannico che sposta il concetto stesso di escavatore gommato a un nuovo livello di produttività, efficienza e sicurezza operativa.

Macchine Edili, presente a Rocester  (UK) a questa anteprima mondiale di una macchina che farà certo parlare molto di sé, aggiunge ora alcune informazioni in più rispetto a quelle date  in diretta il giorno dell’evento.

cedntroMacchina multifunzione, escavatore gommato e molto altro ancora, Hydradig, sviluppato in totale riservatezza per un periodo di tre anni sotto il nome in codice “Progetto 710”,  riscrive interamente le regole nel mondo delle costruzioni, apportando radicali cambiamenti a questa tipologia di macchina nel segmento delle 10 ton.

 

testoLavorando in stretta collaborazione con un’ampia selezione di clienti, JCB ha condotto un’analisi approfondita delle applicazioni, inclusi i settori dei servizi pubblici, autostrade, municipalità, edilizia generica e paesaggistica, valutando l’idoneità delle soluzioni offerte dalle macchine attualmente disponibili. Visto l’ambiente sempre più congestionato dei cantieri, sia in ambito urbano che sulle strade trafficate, era evidente che una soluzione nuova e migliore potesse essere individuata solo mettendo in discussione i metodi convenzionali di progettazione delle macchine, una specialità di JCB.

sinistraLa visibilità dalla cabina era l’aspetto più importante per i clienti per motivi di sicurezza in cantiere. La stabilità era la seconda caratteristica determinante, poiché le macchine devono essere in grado di svolgere una sempre maggiore quantità di operazioni di sollevamento di carichi pesanti, non solo di scavo. Dal momento che gli spazi in cantiere diventano sempre più ristretti, molti clienti richiedono una migliore manovrabilità, mentre altri hanno bisogno di una maggiore mobilità per consentire alle macchine di spostarsi da un cantiere all’altro più rapidamente.

destraInfine, i clienti si aspettano una eccellente accessibilità per la manutenzione da terra. Pertanto, la  sfida di progettazione consisteva nello sviluppare una soluzione che prevedesse l’uso di un’unica macchina in grado di soddisfare queste cinque esigenze.

Nonostante sia un progetto completamente nuovo, l’Hydradig utilizza componenti e tecnologie JCB ben collaudati, tra cui il motore Ecomax, gli assali, i cilindri idraulici, la cabina e tutti i principali assemblaggi. La macchina è inoltre dotata del sistema telematico LiveLink di JCB, che consente ai responsabili delle flotte di definire limitazioni geografiche alle operazioni e monitorare l’utilizzo di carburante e i dati operativi in remoto.

1 commento

  1. JCB Hydradig è una gran bella macchina… un gran bel escavatore gommato.. apparentemente con alcune caratteristiche uniche.. visibilità in primis! Ma sempre escavatore e solo escavatore gommato è! Parlare di macchina Multifunzione più che inappropriato.. è falso! Questo per dare un giusto nome a tutte le cose. L’unica vera macchina che della Multifunzione ne ha fatto da sempre una “mission” è Mecalac. Punto! Tutto il resto sono parole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here