Yanmar: un SV60 per un utilizzo “green”

A Scandiano (RE) la “Centenaria” Fiera di S. Giuseppe continua a mantenere vivo l’interesse dei numerosi visitatori.

Da 4 anni Yanmar, marchio specializzato nella produzione e distribuzione di mini e midi escavatori cingolati, trasportatori cingolati e pale caricatrici, partecipa all’evento. Quest’anno era presente con 3 modelli: un ViO57, un ViO17 e, come novità assoluta, un SV60.

MMT sempre più “agri”

Da alcuni anni le macchine per movimento terra si sono legate sempre di più al settore agricolo. Con il conseguente utilizzo, da parte delle aziende, di attrezzature dedicate, proprio come quelle montate sui modelli esposti. Di conseguenza anche Yanmar al settore dell’edilizia ha affiancato nuovi ambiti applicativi.  Tra cui agricoltura, florovivaismo, cura e manutenzione del territorio.

E’ proprio in questa ottica che nasce l’SV60, una macchina molto versatile che affianca l’ormai famoso ViO57, da cui “attinge” la motorizzazione e l’idraulica.

Rispetto al ViO57 è un po’ più dimensionato, ha una cabina più larga, una zavorra che  gli conferisce una maggiore stabilità sia longitudinale che trasversale.

Midi: anche porta attrezzi

Ma il motivo per cui è stato progettato è che i midi-escavatori diventano sempre più macchine porta attrezzi.

Perciò una stabilità superiore è importante per poter montare attrezzature pesanti quali pinze da demolizione, pinze per tronchi, forche, decespugliatori.. Non necessariamente legati al settore movimento terra.

Dunque l’SV60 diventa ideale per una vasta gamma di applicazioni. Tra esse la ristrutturazione urbana, la demolizione, i lavori agricoli. Ma anche la manutenzione del territorio, gli interventi paesaggistici, il giardinaggio.

I pregi dell’SV60

Tra i suoi principali pregi, sicuramente la compattezza. Questa macchina di 5,6 ton ha un raggio di rotazione anteriore di 2240 mm. Il raggio di rotazione posteriore è di 1325 mm, e l’area minima di manovra a 360° di soli 3565 mm. La miglior compattezza della classe rende l’ìSV60 particolarmente adatto per lavori in aree urbane, infatti non c’è bisogno di bloccare le due corsie di circolazione. L’SV60 ha un telaio dal design particolare, associato all’uso di un contrappeso e ad un’eccellente distribuzione dei pesi. Offre quindi  una stabilità notevole per la sua classe, e notevoli capacità di sollevamento. Un contrappeso aggiuntivo migliora ulteriormente le prestazioni di sollevamento della macchina.

Una struttura robusta

L’ottima stabilità è inoltre garantita dalla struttura robusta del suo telaio inferiore a X, e da un basso centro di gravità.

L’SV60 vanta la cabina più spaziosa della sua categoria e un’attenzione speciale è stata data al design della posizione di guida. Il grande spazio per le gambe, insieme al sedile a sospensione pneumatica, consente all’operatore di sedersi comodamente. E gli permette di avere la libertà di movimento necessaria per lavorare in modo efficiente e confortevole. Oltre all’ergonomia, la forma della cabina offre una visibilità a 360° per migliorare la sicurezza. Il lunotto superiore è utile durante le operazioni di carico e scarico. I tre specchi retrovisori consentono all’operatore di controllare l’area di lavoro senza spostarsi dal sedile. L’SV60 è equipaggiato di serie con una telecamera posteriore con un grande schermo LCD da 7 pollici che garantisce una perfetta sicurezza nei cantieri offrendo diverse impostazioni.

di Claudio Guastoni

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here