Tecnologie connesse

I partner tecnologici di Doosan

Martelli demolitori, benne frantoio, sistema GPS, ecc. Come si integrano le attrezzature e i sistemi agli escavatori, e soprattutto, quali vantaggi ne trae l’operatore sul cantiere?

Macchine Edili ha partecipato ad una dimostrazione organizzata da Doosan Construction Equipment. Gli escavatori Doosan di punta presenti hanno alternato operazioni di scavo, demolizione e frantumazione con l’uso di varie attrezzature. Dando la possibilità di comprendere al meglio le loro potenzialità in operazioni sul cantiere.

Obiettivo: efficienza in cantiere

La demolizione, la frantumazione e la vagliatura di elementi in conglomerato hanno permesso di capire come l’efficienza del cantiere sia una realtà sotto gli occhi di tutti. Nel corso dell’evento è stato possibile testare le macchine presenti. I responsabili di prodotto hanno descritto i rispettivi sistemi e attrezzature montate sulle macchine fornendo un quadro completo ed esauriente delle prestazioni.

Così il monitoraggio è assicurato

Abbiamo dato inizio a questo “viaggio tecnologico” con l’escavatore cingolato DX300LC-5. Era equipaggiato di serie con l’avanzato sistema di monitoraggio flotta wireless DoosanConnect. Si tratta di un utilissimo strumento basato su piattaforma web per la gestione delle flotte. Esso consente il controllo in remoto delle prestazioni e della sicurezza delle macchine e semplifica la manutenzione preventiva. Il nuovo servizio permette di monitorare e comunicare da remoto con le macchine Doosan tramite il sito telematico DoosanConnect.

Tutti i dati sono veicolati su dei server Doosan in Corea. Sulla macchina è installata una periferica GPS e GSM che rileva tutti i dati dalla centralina veicolo e li trasmette sui server. Il cliente, il concessionario e il costruttore, a tre diversi livelli riescono ad accedere a informazioni e parametri relativi alla macchina. Che riguardano il consumo di carburante, eventuali codici di guasto, intervalli di manutenzione, ecc.

L’arte del riciclo

Ma il Doosan DX300LC-5 ci svela altre sorprese. L’operatore infatti mette in funzione la benna frantoio BF120.4 S4 della MB Crusher. L’azienda opera nei settori della frantumazione, demolizione e riciclaggio per l’ideazione, produzione e vendita di benne frantumatrici con movimento a mascella.

La BF120.4 frantuma direttamente in cantiere qualsiasi materiale inerte riducendo l’impiego di mezzi meccanici. Elimina il problema dello smaltimento in discarica dei materiali da demolizione. Elimina ogni spesa di noleggio e riduce i costi di trasporto e di gestione. E’ inoltre semplice e veloce nell’uso, adatta per grandi e piccoli cantieri e consente di riciclare risparmiando.

Precisione al millimetro

Siamo ora davanti al DX140LCR allestito per l’occasione con un impianto 3D Trimble commercializzato dalla Spektra. Il nuovissimo sistema si chiama Trimble Earthworks per escavatori. Permette agli operatori di lavorare in modalità automatica seguendo il progetto con estrema precisione. E controllando esclusivamente la leva della macchina, lasciando all’elettronica la gestione di braccio e benna. L’interfaccia utente del sistema è affidata un display touch da “10, molto intuitivo, con sistema operativo Android. Cuore del sistema è una app semplice che offre tutte le informazioni all’operatore per eseguire lo scavo come da progetto. All’interno si può visualizzare l’escavatore con una vista 3D in planimetria, in profilo, in sezione. Senza l’ausilio di personale o di picchetti fissati dai topografi, l’operatore può eseguire lo scavo come da progetto, scarpate o piani stradali.

Demolizioni a regola d’arte

A poca distanza sta lavorando un escavatore DX235 NLC-5 munito di martello  Epiroc MB1650. La principale caratteristica che differenzia questo martello rispetto agli altri è il colpo variabile. Il pistone in automatico varia la lunghezza della corsa per poter variare la frequenza di battuta. Ciò gli permette automaticamente di adattare la corsa del pistone. In pratica, dosando la potenza, il martello garantisce la migliore produttività a secondo del tipo di materiale da demolire. L’utilizzo della sola energia necessaria per demolire aumenta di conseguenza la vita utile del martello. E riduce anche i consumi di carburante dell’escavatore. Nella parte bassa, il martello monta il sistema anti polvere Dust Protector. Esso, creando una depressione, aspira la polvere dall’esterno, impedendole l’ingresso nell’utensile per evitare grippature e aumentare gli intervalli di manutenzione.

Un marchio performante

Tra i punti forti della gamma di escavatori Doosan, la qualità dell’idraulica. Essa consente il controllo dei movimenti con grandissima precisione, e la facilità di accesso ai componenti, che consente una manutenzione immediata. Il DX140LCR è un macchinario destinato ai lavori in città, caratterizzato da una notevole stabilità e capacità di sollevamento. Il DX235 NLC-5 è ideale per portare a termine i lavori realizzabili in spazi ristretti, e può essere trasportato in sicurezza su strada. Ma il vero protagonista è il Doosan DX300LC-5, escavatore cingolato da 30 ton. Ha vinto il “Lowest Cost of Ownership Award” per la categoria escavatori cingolati medi, riconoscimento che premia la macchina dal “più basso costo di possesso totale“. Il riconoscimento dimostra quanto le macchine Doosan siano apprezzate per le loro grandi prestazioni e l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Il DX300LC-5 è equipaggiato con un motore diesel Doosan DLO8 a 6 cilindri da 202 kW di potenza a 1800 giri/min. Esso offre 27% di potenza motrice in più e ben 30% di coppia in più rispetto al modello LC-3.

di Claudio Guastoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here