Nuove tecnologie

Perché i droni sono utili al business?

Perché i droni permettono di alzare il punto di vista, ispezionando e misurando cose che sarebbero difficili, costose o pericolose da raggiungere da terra.

In aiuto dell’ingegneria civile

Grazie alla possibilità di andare oltre il visibile con sonde laser o multispettrali, i droni possono verificare lo stato di salute di dighe, ponti e viadotti. O lo stato delle torri GSM e ripetitori satellitari senza dover fare arrampicare un operaio fino in cima. O valutare per ragioni assicurative i danni su territori estesi, come campi agricoli o parchi industriali.
Poi c’è tutto un mondo di piccole applicazioni, non meno importanti per cui il solo limite è la fantasia.

Nicchie inedite

Stefano Orsi di Dronezine, in occasione di Technology Hub,  ha rilasciato un’illuminante intervista.

“A livello globale, l’agricoltura è candidata a diventare il mercato più interessante, seguita a breve distanza dall’edilizia.
E si aprono nicchie inedite, come la modellazione tridimensionale delle proprietà immobiliari in vendita,  per esempio.
In un territorio come quello italiano, dove i rischi geologico, idrico, sismico e vulcanico sono altissimi, la protezione civile è sicuramente una delle attività dove i droni stanno dimostrando tutta la loro utilità”.

Un primo esempio

La prima grande applicazione dei droni è avvenuta in occasione dei cantieri di Expo a Milano. Qui i droni hanno monitorato continuamente l’avanzamento dei lavori. I dati raccolti sono stati presentati anche al pubblico attraverso affascinanti modelli tridimensionali. Oggi RFI che ha aperto un bando per monitorare con i droni i binari e le infrastrutture ferroviarie. Un grande aiuto per una rete ferrovoaria che  ha bisogno di manutenzione continua e interventi tempestivi per la sicurezza di tutti.

E adesso arriva il megadrone personalizzabile

A Technology Hub è stato presentato anche Forvola. E’ il primo megadrone customizzabile in grado di trasportare pesi dai 50 kg ai 150 kg. Facile da montare e pilotare, test in corso lo vedono impegnato anche come mezzo da lavoro nei cantieri, in zone in cui l’utilizzo di mezzi comuni ad oggi conosciuti sarebbe impensabile. Il peso oscilla tra i 100 e i 250 Kg, con dimensioni minime dei bracci di circa 2 metri.
Forvola® è fondamentalmente costruito con tubi in carbonio, studiati per essere leggeri ma robusti per sopportare sollecitazioni e gestire carichi importanti per un multirotore di queste dimensioni.
I tubi in carbonio di circa 10 CM di diametro sono fissati tra di loro attraverso clump in alluminio o magnesio appositamente costruiti, così come il carrello di atterraggio .
Questo mezzo può essere personalizzato con verricelli, agganci e prendere le forme più adatte alle differenti esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here