Traguardi

Mille… e ancora mille per Liebherr

di Roberto Negri

Due giorni di festa, ma anche un’occasione per vedere da vicino le ultime novità di un marchio di indiscusso prestigio. I festeggiamenti per la millesima gru venduta da Liebherr Italia diventano un palcoscenico d’eccezione per alcuni fra i più interessanti modelli introdotti in gamma dal colosso tedesco. Come sempre contraddistinti da contenuti tecnologici d’avanguardia.

Le cifre tonde come quella del titolo fanno sempre impressione. Se poi, come in questo caso, si riferiscono a un mercato di grande valore tecnologico ed economico, e proprio per questo non fondato sui grandi volumi, l’impatto è ancora maggiore. E’ quello che devono aver pensato in Liebherr Italia al momento di decidere come festeggiare un traguardo a dir poco eccezionale: il millesimo esemplare di gru venduto dalla branch italiana del colosso tedesco, per giunta rappresentato da un peso massimo come la LTM 1750-9.1, una telescopica da 750 tonnellate.

Il mercato secondo Liebherr

Fabio Fenzi

Incontrare Fabio Fenzi, General Manager di Liebherr Italia, è sempre un piacere, ma in questa occasione è stato anche un modo per approfondire alcune scelte commerciali e strategiche del colosso tedesco:”Abbiamo innanzitutto voluto celebrare la gru numero 1000 venduta da Liebherr Italia dall’anno della sua fondazione, che è anche la seconda LTM 1750 consegnata nel nostro paese, chiamando a raccolta i nostri clienti non solo per festeggiare questo importante traguardo ma anche presentare loro le nostre ultime novità. Innanzitutto un’anteprima mondiale, già annunciata al Conexpo di Las Vegas: la LTM 1090, una 90 tonnellate molto performante con braccio da 60 metri e dimensione posteriore del carro contenuto in sagoma a 2,55 metri anche con gomme da 16″, con tutto ciò che questo comporta in termini di agilità di trasferimento. E poi le due nuove gru fuoristrada LRT 1090, qui esposta, e LRT 100, che sarà disponibile dal 2018. Con questi due nuovi modelli Liebherr fa il proprio ritorno in questo segmento, peculiare rispetto a quello delle tradizionali gru mobili in quanto più orientato alle applicazioni di cantiere e oggi di grande prospettiva, come dimostrano le numerose richieste espresse in questo senso dalla nostra clientela.

La LTM 1090

Altra novità assoluta per l’Italia è la MK140, una gru a torre mobile flessibile, estremamente veloce nel montaggio e nello smontaggio, che non a caso è stata una delle dimostrazioni più seguite in questa due giorni. Novità interessanti anche per quanto riguarda la gamma degli accessori, due dei quali sono oggi per la prima volta disponibili in demo: il sistema di guida in torretta, decisamente utile in termini di flessibilità operativa in ambiti come capannoni e cantieri e oggi per la prima volta disponibile anche sul modello LTM1130-5.1, e la telecamera dall’alto del braccio, che consente di visualizzare in ogni momento il carico su un apposito schermo in cabina”.

La LTM1250-5.1, uno dei modelli maggiormente richiesti dal mercato italiano

Tali novità si collocano nel quadro di un mercato nazionale che oggi appare contraddistinto da dinamiche ben delineate: “la richiesta degli operatori”, conferma Fenzi, “si sta focalizzando su un range compreso fra le 100 e le 250 tonnellate, con alcuni modelli come la 200 e la 130 a farla da padrone. Si tratta di un incremento notevole in termini di domanda di portate, che fino a pochi anni or sono difficilmente superava la soglia delle 200 tonnellate: una dinamica ingenerata, da un lato, da una crescita dimensionale e tipologica delle lavorazioni, ma dall’altro anche da una richiesta di superiori standard di sicurezza, che induce oggi i noleggiatori a proporre modelli di segmenti più elevati e, conseguentemente, con margini operativi superiori”.

Il tutto all’interno di un’annata sicuramente positiva per Liebherr, che a dispetto della crisi mostra performance più che soddisfacenti: “i nostri prodotti”, conferma Fenzi, “rappresentano sicuramente un investimento di partenza più oneroso, ma che valutato nel medio e lungo termine assume senza dubbio un segno positivo. Il mantenimento di un alto valore nel tempo del marchio e del prodotto, un supporto postvendita e un servizio ricambi tempestivi e garantiti in ogni parte del mondo, un costo di proprietà oggi reso ancor più conveniente grazie a una serie di accorgimenti tecnologici che garantiscono importanti riduzioni dei consumi di carburante e dei livelli di emissioni sonore sono gli ingredienti che contribuiscono in maniera decisiva al superiore valore aggiunto del prodotto Liebherr. Un valore aggiunto di importanza strategica per il nostro principale acquirente, il noleggiatore, e che si traduce in una garanzia di affidabilità, efficienza e produttività per gli utilizzatori finali”.

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”406″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”100″ thumbnail_height=”75″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”1″ slideshow_link_text=”[Show as slideshow]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here