Reti distributive

I magnifici 4 di Kobelco in Italia

bassanKobelco Construction Machinery Europe ha annunciato la  nomina di quattro concessionari addizionali alla sua rete Europea in fase di espansione. La nomina di  Sergio Bassan srL, BSM Brescia Macchine srl, SMIA srl e Arnus srl è particolarmente significativa per il costruttore Giapponese e sancisce la sua entrata ufficiale, per la prima volta e direttamente, nel mercato italiano. La vasta gamma di escavatori Kobelco ad alte prestazioni copre le richieste del mercato italiano in fatto di escavatori compatti e heavy. Sergio Bassan è una Società a gestione familiare con base nel nord-est Italia. Fondata più di 60 anni or sono, specializzata nella vendita di machine agricole, è un’azienda molto conosciuta  nel Nord Est Italia.

nuovaBSM e’ stata fondata nel 1974 e ricopre le province di Brescia, Bergamo, Mantova, Cremona, Sondrio e Lecco. La società è specializzata nella vendita di mezzi movimento terra, ma  è  molto presente nella ricambistica e possiede una flotta noleggio di buone dimensioni. Si focalizzerà sui mini, midi e sugli short radius, trattando anche i grandi escavatori per le applicazioni in cava.

smia-srlSMIA ha sede a Cagliari, in Sardegna, ma copre anche la Toscana e l’ Umbria.  Il titolare, Antonio Cavaliere, viene da una lunghissima esperienza nel settore, lavorando con molti marchi premium prima di raccogliere la sfida con Kobelco.

arnusInfine Arnus si trova a Nichelino, alle porte di Torino e dal capoluogo piemontese raggiungerà clienti in Valle d’Aosta e in Liguria dove è presente con altre dye sedi.  Le attività del concessionario si sviluppano nella vendita del nuovo, usato e del noleggio machine.

Il Managing Director di KCME, Makoto Kato, ha così  commentato i recenti sviluppi della rete italiana:“ L’Italia è uno dei Paesi dove abbiamo la più ampia base di supporters. Siamo molto felici della nomina di questi quattro concessionari perché ci permetteranno di entrare in uno dei top cinque mercati Europei. I mini, midi e short radius, molti dei quali sono equipaggiati con la tecnologia innovative iNDR, sono ideali per lavorare in contesti urbani, mentre le nostre machine più grandi con prestazioni più importanti sono progettate per lavorare in ambiti più difficili ma sempre con bassissimi livelli di consume di carburante”.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here