Gru taxi

Grove: altezza da strada e fuori strada

Da sinistra: Arrigo Baldini, Davide Camperi (Sales Manager Grove), Barbara Baldini, Nicola Liverani (Responsabile tecnico Baldini), Claudio Desiderio (Commerciale Baldini), Davide Giordano (Manager Baldini), Enrico Angiolini (Direttore commerciale di Grove).

Accompagnata da una temperatura decisamente ancora estiva, si è svolta dal 5 al 7 ottobre, nella fiera di Piacenza, la sesta edizione del GIS, Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali, manifestazione dedicata alle macchine e alle attrezzature per il sollevamento, la movimentazione industriale e portuale, la logistica meccanizzata e i trasporti pesanti. I numerosi visitatori provenienti dall’Italia e dall’estero hanno potuto vedere e toccare con mano macchinari e accessori degli espositori presenti, ma anche seguire il nutrito programma di conferenze, convegni e workshops. Nello stand esterno della Manitowoc, tra le macchine esposte, spiccava sicuramente la nuova Grove GMK4100L-1, la gru taxi leader nella sua categoria. Si tratta di una nuova gru tutto terreno destinata al mercato mondiale.

La gru Grove offre innovazioni esclusive e funzionalità avanzate nella categoria Taxi, cioè per circolazione su strada. Vanta i migliori diagrammi di carico della propria categoria e un design compatto che agevola l’accesso e la manovra anche nei cantieri più angusti. Ha una portata pari a 100 ton, che sostituisce il modello GMK4100L, la prima gru da 100 ton di portata su 4 assi prodotta proprio da Grove. La GMK4100L-1, che può raggiungere un’altezza massima di 89 m, utilizza un motore singolo: ciò riduce il peso della gru e le consente di trasportare una quantità maggiore di contrappeso, con conseguente incremento della capacità di sollevamento. Altre innovazioni del nuovo modello sono il nuovo sistema di controllo gru (CCS) Manitowoc e la nuova modalità di configurazione del braccio. I componenti del sistema CCS e il software operativo sono stati appositamente progettati, sviluppati e testati per garantire i più elevati standard di affidabilità. La modalità di configurazione del braccio estremamente intuitiva velocizza e agevola la selezione della posizione ottimale del braccio per un sollevamento specifico.

L’operatore immette i parametri di sollevamento, cioè raggio, carico o lunghezza del braccio, e il sistema calcola la configurazione ottimale del braccio. Una volta selezionata l’opzione preferita, il braccio si estende automaticamente della lunghezza necessaria. Anche l’aspetto esteriore della gru è stato migliorato e rinnovato, con una nuova cabina della motrice ergonomica. La nuova GMK4100L-1 di Grovedispone di tutte le funzioni brevettate, quali il sistema di spinatura del braccio TWIN-LOCK, la tecnologia di formatura del braccio MEGAFORM e le sospensioni attive indipendenti MEGATRAK.

Nello stand c’erano alcuni rappresentanti della Baldini Group, realtà con sedi a Faenza, Ravenna, Forlì, Bologna, Fano, specializzata in noleggio autogru, piattaforme, sollevatori telescopici, soccorso stradale, autodemolizioni, carro attrezzi, e trasporti eccezionali. Il Gruppo infatti ha appena acquistato una GMK4100L-1 Grove che gli sarà consegnata nel mese di novembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here